Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Usalo prima dell’apocalisse dei biscotti

Il seguente articolo ti aiuterà: Soluzione Unified Id 2.0: utilizzala prima dell’apocalisse dei cookie

Questo post è stato aggiornato l’ultima volta il 18 gennaio 2024

Cos’è l’ID Unificato 2.0?

Mentre ci avviciniamo a un futuro senza cookie, ti sei mai chiesto quale sia la soluzione migliore per indirizzare gli utenti indipendentemente dai dati di terze parti?

Global Identifier ha debuttato 5 anni fa come strumento globale di raccolta di cookie e alternativa al tracciamento di terze parti. L’ecosistema della tecnologia pubblicitaria e degli editori è da tempo nel mezzo di un tiro alla fune tra scelta e trasparenza.

In futuro, quando i cookie verranno completamente cancellati da Internet, gli editori dovranno preparare e supportare alternative migliori.

L’Unified Identifier 2.0 (UID2) aggiornato non è solo una nuova versione ma una versione completamente rivista dell’Unified Identifier (UID), che offre una migliore trasparenza che dà priorità al consenso prima che qualsiasi informazione personale venga condivisa con gli inserzionisti. L’UID 2.0 aiuta a costruire la fiducia dei consumatori negli editori e negli inserzionisti perché promette un ecosistema pubblicitario all’interno dei parametri di privacy degli utenti. Con i suoi aggiornamenti sulla privacy in continua evoluzione, Google ha puntato i riflettori sull’eliminazione definitiva dei cookie e gli identificatori pubblici sono un modo per risolvere questo problema.

Questo post del blog analizza i punti chiave che gli editori devono conoscere sull’UID2 e il piano di gioco che dovrai creare prima dell’apocalisse dei cookie per evitare di perdere i dati degli utenti.

Spiegazione del numero identificativo unificato 2.0

Con il rapido sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni online, la privacy è diventata un problema serio per gli utenti di Internet. L’ID unificato 2.0 (UID2) viene generato dall’indirizzo e-mail o dal numero di telefono dell’utente in modo rispettoso della privacy. dipende da Gli ultimi principi IAB sulle soluzioni per la privacy Questo governa l’intero quadro.

È possibile creare identificatori pubblici da dati online e offline di prima parte, nonché da cookie di terze parti. Tuttavia, quest’ultima soluzione diventa rapidamente meno rilevante una volta eliminato Google Cookie di terze parti Per sempre.

L’UID2 consente agli inserzionisti di pubblicare annunci personalizzati per utenti specifici senza compromettere la loro privacy utilizzando un identificatore “senza cookie” indipendente dal browser web del consumatore.

Il framework UID2 open source è unico perché il consenso è obbligatorio prima che qualsiasi dettaglio di contatto venga condiviso con l’editore. Questi identificatori univoci vengono sottoposti regolarmente ad hashing per garantire la privacy e, quando si tratta di fornire il consenso, gli utenti possono ritirare i propri dati di contatto in qualsiasi momento.

Come possono gli editori implementare l’UID2?

Ecco come Utilizzare i token UID2 durante l’intero processo di offerta aperta:

1- L’utente visita prima il sito web dell’editore e tenta di accedere. L’UID2 viene generato dopo l’autenticazione dell’utente. L’editore assegna un UID2 a un utente inviando i dettagli di contatto dell’utente al servizio di generazione di token che quindi restituisce i token UID2.

2- L’editore ora mostra gli annunci agli utenti chiamando l’SSP per gli annunci tramite il token UID2.

3- Il token di aggiornamento viene ora utilizzato per aggiornare l’UID2 e restituirà nuovi token ID se l’utente non ha annullato l’iscrizione.

4- Una volta che l’utente abbandona il sito, la sua identità viene rimossa.

Per ulteriori informazioni sull’integrazione degli editori, Controllalo.

Caratteristiche e vantaggi di Unified ID 2.0

Ecco alcuni dei vantaggi offerti da Unified ID 2.0:

1. Un’alternativa conveniente

Una volta passato all’UID2, noterai un aumento delle conversioni e una riduzione complessiva del 20-30% del costo medio per acquisizione (CPA).

2. Flessibile in termini di miglioramenti

Chiunque può modificare e aggiornare UID2 per migliorarne le funzionalità nel tempo grazie alla sua natura open source.

3. Targeting continuo tra i siti

Come risultato del suo quadro di consenso, tutti i partner UID2 mantengono l’accesso alle preferenze dell’utente, consentendo il targeting su più siti.

4. Portata enorme

Molti editori utilizzano l’UID2 per espandere la propria portata globale, ottenendo un ritorno sulla spesa di oltre il 1000% in più.

5. Nel rispetto degli standard sulla privacy

I consumatori devono essere informati su come verranno utilizzati i loro dati prima di fornire i loro indirizzi e-mail. Una volta effettuato l’accesso, i consumatori possono monitorare e modificare il modo in cui vengono utilizzati i propri dati e possono anche disattivare l’UID2. Qui la privacy degli utenti è prioritaria e garantita a tutti i costi poiché i dati sono costantemente frammentati. L’indirizzo e-mail originale o le versioni precedenti con hash non possono essere ripristinati dopo la crittografia.

6. Struttura open source

Il framework è gratuito e puoi scalarlo facilmente senza dover sincronizzare i cookie. Poiché gli UID2 sono interoperabili, possono comunicare facilmente con i partner UID2.

7. Revisioni giornaliere

Gli audit sono condotti dal responsabile della conformità UID2 per garantire la conformità tra tutti i partecipanti UID2. I risultati vengono inoltrati agli amministratori UID2.

Come funziona l’UID2?

Unified Identifier 2.0 (UID2) crea un identificatore anonimo basato su un singolo accesso, come un indirizzo email o un numero di telefono. Questo ID viene quindi crittografato e tokenizzato prima di essere inviato a scambi di annunci, SSP, DSP, ecc. prima che l’annuncio venga visualizzato.

Nel caso fossi confuso, ecco come funziona Unified ID 2.0:

  1. Quando un utente visita per la prima volta il sito web, il CTV o l’app mobile di un editore, gli viene chiesto di acconsentire all’utilizzo delle proprie informazioni di identificazione personale (PII) da parte dell’editore.
  2. L’editore dovrebbe essere trasparente nei confronti dell’utente nel condividere i dettagli di contatto per il contenuto del proprio sito. L’utente può quindi accedere e aggiornare le impostazioni sulla privacy come richiesto.
  3. Le informazioni di identificazione personale (PII) e le impostazioni sulla privacy sono condivise con l’operatore UID2.
  4. Le informazioni di identificazione personale vengono quindi sottoposte ad hashing tramite la chiave di crittografia dell’amministratore.
  5. I dati crittografati vengono inviati all’editore come codice UID2 con cui vengono poi condivisi Piattaforma lato offerta.
  6. I token vengono inviati dall’SSP tramite i dati del flusso di offerta per l’utilizzo in Offerte in tempo reale (RTB)mentre i fornitori di dati e Scambi pubblicitari Condividi i token con le piattaforme lato domanda (DSP).
  7. I codici UID2 vengono memorizzati come cookie proprietari sul browser dell’utente.
  8. IL DSP Decifrerà il token UID2 tramite chiavi di decrittazione una volta ricevuta la richiesta di offerta per rilasciare il vero UID2 prima di fare un’offerta.

E adesso?

Con i cookie di terze parti prossimi alla scomparsa, gli editori dovrebbero considerare seriamente il potenziale di UID2 come strategia pubblicitaria testata in battaglia contro l’apocalisse dei cookie.

Desideri soluzioni personalizzate per smettere di preoccuparti di acquisire i dati degli utenti nel rispetto degli standard sulla privacy?

MonetizeMore ha pagato agli editori oltre 100 milioni di dollari di entrate attraverso la sua pluripremiata tecnologia di pubblicazione pur essendo completamente trasparente e guidata dagli editori.

Parla con noi adesso per definire strategie e implementare soluzioni AdOps personalizzate per aumentare le tue entrate e far crescere le entrate pubblicitarie!