Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Una guida al retargeting e all’e-commerce…

Una guida al retargeting e all'e-commerce...

Raramente l’acquisto è amore a prima vista; la maggior parte delle volte, acquistare dal tuo sito web è una questione di molteplici punti di contatto. Un utente può dare un’occhiata a un prodotto sul tuo sito di e-commerce, prendere in considerazione l’acquisto e infine chiudere la finestra del browser. Con il retargeting e il remarketing e-commerce, potresti recuperare le vendite perse.

Questo articolo ti introdurrà ai concetti di retargeting e remarketing e-commerce. Imparerai anche alcuni modi in cui puoi Utilizzare entrambi i metodi per aumentare le tue entrate. Immergiamoci!

Che cos’è il retargeting e il remarketing e-commerce?

Gli esperti di marketing digitale utilizzano il retargeting e il remarketing dell’e-commerce per generare lead o effettuare vendite. Sebbene i due termini siano spesso usati in modo intercambiabile, ci sono alcune differenze fondamentali:

  • Il retargeting si rivolge a un’ampia gamma di potenziali clienti e utilizzi annunci a pagamento per trasmettere il messaggio del brand.
  • Il remarketing si rivolge a individui che hanno precedentemente interagito con il marchio e utilizza la posta elettronica per facilitare l’upselling o ridurre l’abbandono del carrello.

Ecco un esempio di retargeting al lavoro.

Supponiamo che tu visiti un sito Web che vende magliette. Aggiungi un articolo specifico al carrello, quindi esci senza completare l’acquisto. Dopo un’ora, vai su un altro sito web per guardare le notizie. Quindi vedi un annuncio per la stessa maglietta che non hai acquistato.

Questo è il retargeting.

Il retargeting avviene perché il sito web di T-shirt ha installato cookie sul tuo browser. L’editore ha pagato per gli annunci pubblicati tramite il tuo browser come promemoria dell’acquisto abbandonato.

Il remarketing funziona più o meno allo stesso modo, ma utilizzando la posta elettronica. Ad esempio, ti registri per un account sul sito web di T-shirt, scegli un articolo e lasci la pagina senza pagare. Riceverai quindi automaticamente un’e-mail per ricordarti della transazione non completata.

4 vantaggi del retargeting e del remarketing e-commerce

Gli esperti di marketing digitale di diversi settori utilizzano il retargeting e il remarketing dell’e-commerce per coinvolgere le persone che hanno visitato il loro sito. Il retargeting viene generalmente utilizzato per convincere le persone a effettuare un acquisto, ma può anche inserire le persone in una lista e-mail.

D’altra parte, il remarketing avviene quando un iscritto esegue una determinata azione sul tuo sito. Tale azione potrebbe essere l’aggiunta di un prodotto al carrello o il download di un aggiornamento del contenuto o di un prodotto.

Di seguito ho elencato alcuni dei vantaggi del remarketing e del retargeting e-commerce.

1. Aumento dei CTR per gli annunci a pagamento

Se vuoi far crescere la tua attività, devi generare più contatti. La maggior parte delle persone che visitano il tuo sito non torneranno mai più. Tuttavia, poiché hanno visitato il tuo sito, è molto più probabile che interagiscano con i tuoi contenuti rispetto ad altre persone.

Il CTR medio per gli annunci display è dello 0,07%. Gli annunci di remarketing possono migliorare il tuo CTR di circa 0,7%.. Si tratta di un aumento significativo di interesse che può avere un impatto a catena sul numero di lead e vendite generati.

2. Maggiore consapevolezza del marchio

Secondo gli studi, un marchio raccoglie sette impressioni sui clienti per creare la fiducia necessaria per effettuare un acquisto. Il retargeting o il remarketing ti consentono di generare uno di questi touchpoint.

Potrebbero non convertirsi subito, ma il tuo marchio sarà probabilmente in cima ai loro pensieri quando penseranno di inserire nuovamente prodotti nella tua nicchia. È importante. Vuoi creare quel legame tra le persone che pensano a una nicchia e considerano il tuo marchio.

3. Tassi di conversione più elevati

Oltre a migliorare le percentuali di clic, il retargeting e il remarketing ti aiutano anche ad aumentare i tassi di conversione. Gli studi dimostrano che i visitatori del sito web che ritornano sul tuo sito web tramite un annuncio di retargeting o un’e-mail di remarketing tendono a convertire 70 per cento più dei visitatori per la prima volta.

Questo ha senso. Le persone che abbandonano i carrelli della spesa spesso hanno l’intenzione di portare a termine l’acquisto in un secondo momento. Il retargeting o il remarketing dà loro solo una leggera spinta verso il tuo sito.

4. Genera più lead

Le campagne di retargeting sono un ottimo modo per generare più contatti per la tua attività. Ad esempio, un potenziale cliente potrebbe vedere i tuoi annunci su Facebook, Instagrame altre piattaforme di social media dopo aver visitato il tuo sito.

Spesso, l’obiettivo delle campagne di retargeting è inserire le persone nella tua lista e-mail. Una volta che le persone sono nella tua lista e-mail, hai maggiore controllo su come comunichi con quella persona. Inoltre, attraverso l’esposizione ripetuta al tuo marchio, è molto più probabile che una persona acquisti tramite il tuo negozio di e-commerce una volta pronta.

Come utilizzare il remarketing e il retargeting e-commerce?

I tuoi obiettivi di remarketing e retargeting varieranno a seconda del comportamento dei tuoi clienti prima, durante e dopo la visita al tuo sito web. Per i tuoi obiettivi di remarketing e retargeting puoi utilizzare anche gli strumenti di intelligenza artificiale per l’e-commerce. Ecco tre modi in cui puoi utilizzare il remarketing per aumentare le tue entrate:

1. Recuperare i carrelli abbandonati

I carrelli abbandonati sono all’ordine del giorno nella sfera dell’e-commerce. Molti clienti aggiungono prodotti ai loro carrelli ma non portano a termine l’acquisto. L’email marketing è una delle tattiche più efficaci per affrontare il problema dell’abbandono.

Utilizzo Zoom per parlare con i clienti dall’inizio della pandemia. Dato che la maggior parte delle mie riunioni tendevano a essere brevi, non ho sentito il bisogno di abbonarmi alla versione Pro. Ma dopo un incontro particolarmente lungo, mi sono ritrovato ad aggiungere la versione Pro al carrello.

Il mio portatile si è spento inaspettatamente mentre stavo per fare clic su “Acquista ora”. Dopo aver riavviato il computer più tardi nel corso della giornata, ho ricevuto il seguente messaggio nella mia casella di posta.

Gli esperti di marketing sono consapevoli che le persone che abbandonano il carrello della spesa non sempre lo fanno di proposito. Sia il remarketing che il retargeting offrono a questi potenziali clienti un modo semplice per completare un acquisto. Nel mio caso, ho semplicemente fatto clic sul pulsante CTA per tornare al carrello.

2. Opportunità di cross-sell e upsell

Qualsiasi opportunità di riconnettersi con un cliente è una buona occasione per fare cross-sell e upsell. In effetti, il momento migliore per effettuare una vendita è subito dopo che il cliente ha effettuato un acquisto. La loro fiducia nel tuo marchio è ai massimi livelli e saranno più ricettivi ai tuoi consigli sui prodotti.

Puoi trarne vantaggio per generare più vendite dirette o per generare vendite di Affiliazione. Ad esempio, se gestisci un negozio di golf, potresti potenzialmente promuovere uno sconto sulle sacche da golf per le persone che acquistano mazze. Potresti spingere i visitatori al tuo negozio o inviarli a un negozio con cui lavori.

Oppure potresti fare il contrario. Se gestisci campagne di marketing di affiliazione, potresti monitorare le conversioni di affiliazione in Google Ads. Ad esempio, quando qualcuno ha acquistato delle palline da golf, potresti pubblicare campagne di retargeting in cui promuovi le mazze da golf dei tuoi inserzionisti.

3. Raggiungere i clienti esistenti

Il retargeting e il remarketing ti consentono anche di raggiungere i tuoi clienti esistenti. Puoi promuovere un nuovo prodotto, annunciare una svendita annuale, premiare i tuoi clienti o semplicemente tenerli aggiornati sulle novità dell’azienda senza sudare troppo. Ecco un buon esempio di un marchio che utilizza il remarketing e-commerce per rimanere in contatto con i propri clienti:

L’altro giorno ho utilizzato Instacart per acquistare alcuni snack e ho completato la transazione. Ho ricevuto l’e-mail sopra proprio mentre stavo scrivendo questo articolo: è stato uno di quei casi in cui mi sentivo come se Instacart mi stesse leggendo nel pensiero perché avevo appena pensato di utilizzare l’app per effettuare nuovamente un acquisto 7-11.

Il bonus di $ 10 è un bel tocco dato che ultimamente ho comprato un sacco di cose dal 7 all’11.

5 consigli per sfruttare al massimo il retargeting e il remarketing

Alcune best practice ti consentiranno di massimizzare gli sforzi di retargeting e remarketing dell’e-commerce. Ecco alcuni suggerimenti che potresti seguire a questo scopo:

1. Crea messaggi accattivanti e pertinenti

Tutti i marchi affermano di offrire i migliori prodotti disponibili e non sono timidi nel brandire i propri risultati. Tuttavia, i clienti porranno sempre la domanda: “Cosa ci guadagno?”

Un messaggio convincente e pertinente ti porterà più contatti di uno che evidenzi le funzionalità avanzate del tuo prodotto. I tuoi potenziali clienti hanno punti critici che devono essere risolti. Affrontare questi punti critici nei tuoi annunci di retargeting aumenterà le tue possibilità di convincerli a completare la transazione.

Oltre ad aiutarti a convertire i carrelli abbandonati in entrate, l’aggiunta di messaggi pertinenti alle tue campagne di remarketing ti aiuterà ad aumentare i tassi di apertura delle email. Ciò significa che le tue e-mail hanno meno probabilità di essere viste dal provider di posta elettronica del cliente come spam e avranno maggiori possibilità di essere lette dal destinatario previsto.

Il tuo messaggio pubblicitario di retargeting dovrebbe rispondere alle esigenze e alle preferenze dei clienti. L’aggiunta di contenuti generati dagli utenti come le recensioni dei prodotti rafforzerà la saggezza dell’acquisto.

2. Segmenta il tuo pubblico

Personalizza il tuo messaggio per renderlo rilevante. Segmentazione della clientela ti aiuta a dividere il tuo pubblico e quindi a personalizzare il tuo messaggio per diversi tipi di destinatari.

Innanzitutto, identifica i diversi tipi di clienti e presta attenzione alla loro posizione nel percorso del cliente. Successivamente, puoi segmentarli ulteriormente in tre modi diversi.

  • Dati demografici: Sesso, posizione, età e stato civile. I dati demografici sono costituiti da qualsiasi tipo di dati del profilo che potresti avere correlato ai tuoi clienti.
  • Comportamento d’acquisto: Segmentare i clienti in base al loro comportamento d’acquisto significa che puoi targettizzarli indipendentemente dalla fase del loro percorso attuale.
  • Coinvolgimento della campagna: Questa segmentazione riguarda principalmente il modo in cui i tuoi clienti interagiscono con le tue campagne di marketing se sono molto attivi o inattivi.

Puoi sovrapporre ogni tipo di segmento per ottenere risultati migliori. Ad esempio, puoi rivolgerti in modo specifico alle clienti di sesso femminile sui vent’anni che amano gli abiti dai colori vivaci e hanno recentemente acquistato prodotti dalla tua collezione autunnale.

È uno dei modi più efficaci per inviare messaggi iper-personalizzati ai clienti. Se lo fai, il tuo retargeting non solo produrrà entrate, ma stabilirà anche relazioni migliori con il tuo pubblico.

3. Utilizza una CTA forte

E-mail o testi pubblicitari efficaci non saranno molto utili se le persone non sanno cosa fare con le informazioni. L’aggiunta di un potente pulsante di invito all’azione (CTA) darà ai tuoi clienti la spinta di cui hanno bisogno per riprendere da dove avevano interrotto.

Un CTA efficace ha i seguenti elementi:

  • Copia chiara e convincente
  • Design sorprendente
  • Posizionamento di rilievo

L’annuncio di retargeting di BestBuy riportato di seguito è un buon esempio di annuncio con un forte CTA. Il testo è semplice, il pulsante risalta sullo sfondo e puoi trovarlo facilmente perché si trova al centro dell’annuncio.

Puoi anche sperimentare offerte a tempo limitato, come sconti o omaggi. Queste offerte ti consentono di attingere al senso di urgenza dei tuoi clienti e di dare loro ancora più motivi per fare clic su “Acquista ora”.

4. Usa immagini accattivanti

Assicurati che immagini, video, logo e altri elementi visivi trasmettano il messaggio desiderato ai clienti target. Ad esempio, l’aggiunta del logo del marchio, immagini accattivanti del prodotto o illustrazioni interessanti dell’offerta offrono ai tuoi potenziali clienti un motivo per dare un’altra occhiata al tuo annuncio e potenzialmente fare clic su di esso.

Ad esempio, all’inizio del 2020 gli utenti di FoodPanda hanno riscontrato un’impennata delle cancellazioni di ordini a causa dell’aumento della domanda di consegna di cibo. FoodPanda ha inviato l’e-mail sopra, presentando piatti sontuosi dei loro stabilimenti alimentari partner, per convincere i propri clienti a utilizzare l’app. In questo momento, FoodPanda è ancora una delle migliori app di consegna nei rispettivi mercati, a prova del fatto che un’azione rapida, combinata con immagini accattivanti, può aiutare a salvare le aziende.

5. Metti alla prova i tuoi annunci

Anche se ritieni di aver messo insieme una combinazione di testo, immagini e CTA, non è realmente una garanzia che il tuo annuncio di retargeting avrà successo. Devi provare diverse combinazioni finché non ne trovi una che aumenti i tuoi clic.

Questo processo è chiamato test A/B. Implica la modifica di un elemento alla volta e il confronto dell’annuncio modificato con quello che stai attualmente utilizzando. Ad esempio, puoi utilizzare Copia A e oggetto visivo A per un test, quindi Copia B e oggetto visivo A per il test successivo. Ciò ti consentirà di isolare gli elementi che dovrai modificare per ottenere il massimo impatto.

L’esecuzione di test A/B ti consente di prendere decisioni basate su dati concreti ed elimina le congetture dall’equazione. Quando sei in grado di raccogliere dati sul rendimento degli annunci e misurare l’impatto delle diverse modifiche nei tuoi annunci, puoi garantire che la versione finale dei tuoi annunci produrrà i massimi risultati.

Riepilogo

Gli annunci di retargeting e remarketing ti aiutano a costruire e mantenere forti relazioni con i clienti mantenendo i potenziali clienti vicini al tuo marchio anche se sembrano dimenticarsi di te. Ti consentono di coinvolgere potenziali clienti anche se non sono sul tuo sito web e sui tuoi account sui social media.

Utilizza promemoria tempestivi tramite Google, social media, annunci via e-mail, retargeting e remarketing in modo che i potenziali clienti sappiano che hai ciò di cui hanno bisogno. Offrono al cliente un modo per tornare facilmente alla transazione in sospeso e portarla a termine. Inoltre aprono la porta a un ulteriore coinvolgimento e agli acquisti ripetuti da parte di clienti fedeli.

Creando annunci accattivanti e mirati con un forte CTA, la tua azienda può convertire l’abbandono del carrello in evasione degli ordini.