Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Intervista di DreamHost con lo sviluppatore Ben Edmunds…

Intervista di DreamHost con lo sviluppatore Ben Edmunds...

CodeIgniter ha avuto un ruolo iniziale nel viaggio di Ben come sviluppatore PHP ed è diventato rapidamente un membro attivo dei forum e della comunità. Da allora, ha prodotto numerose librerie per il framework CodeIgniter, tra cui IonAuth, ha scritto un libro e ha ospitato podcast informativi per gli utenti PHP. Abbiamo avuto la possibilità di parlare con Ben di tutto questo e altro durante questa intervista. Allacciatevi le cinture!

Shahzeb: Ben, è un piacere averti per questa intervista. Potresti per favore parlare di te ai nostri lettori?

Ben: Grazie per avermi ospitato! Sono un ingegnere del software e vivo a Columbus, in Georgia, con mia moglie e il nostro basset hound.

Attualmente lavoro (da remoto) come ingegnere del personale presso Wayfair sulle nostre Piattaforme di sviluppo. Sono nel settore tecnologico da circa 18 anni ormai. Nel corso degli anni ho lavorato su qualsiasi cosa, dall’amministratore di sistema alla programmazione della robotica allo sviluppo web.

Shahzeb: Quando e come hai iniziato la tua carriera con CodeIgniter? Hai qualche storia interessante che puoi condividere sul tuo viaggio? Quali sono state le sfide che hai dovuto affrontare all’inizio e come le hai affrontate?

Ben: Lavoravo con un doppio ruolo per un produttore automobilistico, dedicando metà del mio tempo all’amministrazione di sistema e all’altra metà all’ingegneria del software. Mi è stato assegnato il compito di costruire un sistema SCADA per il nostro stabilimento di produzione automatizzato a Opelika, in Alabama.
All’epoca sapevo molto poco dello sviluppo web legittimo, quindi questo è stato il mio primo progetto basato sul web. Questo accadeva agli albori di PHP 4. Ho scritto il mio framework fatto in casa e wow, era pessimo. Chiamate SQL direttamente dalle viste, quasi nessuna separazione tra le preoccupazioni, funzioni da mille righe…

Alla fine questo è diventato troppo da gestire e ho iniziato a ricercare best practice, framework, ecc. Ho provato diversi framework e CodeIgniter ha semplicemente “fatto clic” con me. L’ho adorato, quanto fosse flessibile, come aggiungesse struttura esattamente dove ne avevo bisogno.
Da lì, sono stato abbastanza coinvolto nei forum CI e nella comunità.

Shahzeb: Hai creato alcune librerie impressionanti per il framework CodeIgniter come Ione Aut. Come ti è venuta l’idea di questi?

Ben: Ion Auth ha iniziato con la creazione di un’app mentre lavoravo presso un’agenzia di marketing a Jacksonville, in Florida. Avevo bisogno di aggiungere l’autenticazione e non riuscivo a trovare una soluzione semplice per l’autenticazione che avesse tutte le funzionalità di cui avevo bisogno. La soluzione migliore che ho trovato è stata la libreria Redux Auth 2 ma non è stata più mantenuta. Ho contattato l’autore ma era passato a un ecosistema diverso. Quindi l’ho biforcato, ho aggiunto le funzionalità di cui avevo bisogno ed è nato Ion Auth.

Shahzeb: Ben, sei anche co-conduttore del Municipio di PHP Podcast. Potresti parlarci un po’ di questi podcast? Chi può unirsi a questo gruppo e in che modo aiuta gli sviluppatori e gli utenti PHP?

Ben: Molti anni fa alcuni di noi erano soliti ospitare videochiamate occasionali per gli sviluppatori di CodeIgniter per bere qualche drink e uscire insieme. Un giorno Phil Sturgeon e io stavamo ricordando quanto fossero divertenti queste chiamate e come avremmo voluto che ci fosse qualcosa di simile per la più ampia comunità PHP. Quell’idea ha dato vita al podcast. Phil e io abbiamo deciso di bere una birra e registrarci mentre uscivamo con gli altri membri della comunità PHP per discutere su quali cose interessanti stanno lavorando.

Il podcast è cresciuto e cambiato nel corso degli anni, con diversi co-conduttori, ma il formato rimane più o meno lo stesso (forse è un po’ più professionale oggigiorno). Siamo ormai al nostro ottavo anno con Matt Trask come mio co-conduttore.

Chiunque è il benvenuto a partecipare al podcast. Basta allungare la mano. Il nostro obiettivo è condividere con la comunità PHP quali idee, tecniche e strumenti li aiuteranno a diventare sviluppatori migliori.

Shahzeb: Sembra che ti piaccia parlare alle conferenze PHP in tutto il mondo. Qualche argomento particolare di cui parlerai quest’anno? E dove?

Ben: Quest’anno sto lavorando a un nuovo discorso, “Come iniziare con strutture di dati e algoritmi”. Non ho una laurea in informatica, quindi mi ci sono voluti anni per dedicare davvero il tempo alla comprensione di questi fondamenti di CS. Spero di aiutare le persone a iniziare subito con quella conoscenza.

L’ho dato per la prima volta qualche settimana fa al Midwest PHP. Spero di darglielo almeno un’altra volta entro la fine dell’anno.

Shahzeb: Sei un membro del comitato direttivo del CodeIgniter Council e del team di sicurezza di CodeIgniter. Come descrivi le tue attuali responsabilità?

Ben: Non sono particolarmente attivo al momento. Recentemente sono stato eletto nel comitato centrale PHP-FIG, quindi per il momento vi dedicherò più tempo. Faccio parte di un gruppo di lavoro che sta lavorando su un nuovo PSR ClockInterface.
Tuttavia, faccio ancora parte del team principale di CodeIgniter ed esamino i potenziali problemi di sicurezza quando vengono segnalati.

Shahzeb: Ben, anche tu hai scritto il libro Protezione delle app PHP. Potresti parlarci un po’ di questo libro? E come aiuterebbe gli sviluppatori a migliorare il loro lavoro?

Ben: Attraverso il processo di sviluppo di Ion Auth ho imparato molto sulla sicurezza, sulla crittografia e sulle vulnerabilità comuni. Quindi ho deciso di scrivere una breve guida per proteggere le applicazioni, specificatamente indirizzata agli sviluppatori PHP. Il mio obiettivo era creare una scorciatoia per il processo di apprendimento e insegnare agli ingegneri junior le cose principali a cui prestare attenzione.

Shahzeb: Hai una vasta conoscenza dello sviluppo di CodeIgniter. Cosa ti ha motivato a diventare uno sviluppatore web CodeIgniter? Chi sono stati i tuoi mentori e ispirazioni in questo viaggio?

Ben: CodeIgniter mi è sembrato davvero naturale, quindi ho deciso di partecipare. C’era una comunità estremamente unita, molti dei membri della comunità sono ancora oggi alcuni dei miei migliori amici.

Ci sono state molte ispirazioni, ma alcune che si distinguono sono Phil Sturgeon, Lee Tengum e Michael Wales. Con tutti i quali parlo ancora regolarmente e considero amici intimi.

Shahzeb: Quali sono stati i progetti CodeIgniter più memorabili su cui hai lavorato?

Ben: Quello su cui ho lavorato più a lungo era un portale assicurativo per una delle migliori compagnie assicurative degli Stati Uniti. L’app è rimasta in produzione per oltre dieci anni, e la parte CodeIgniter alla fine è diventata solo un piccolo pezzo di un’architettura di microservizi.

Un altro che si distingue è stato un sistema di cartella clinica elettronica (EMR) per le strutture di salute mentale. È stato molto appagante lavorare su qualcosa che stava facendo la differenza nella vita delle persone.

Shahzeb: Cosa vorresti consigliare ai neofiti che desiderano imparare da zero il framework CodeIgniter?

Ben: Scegli un’idea che ti entusiasma e inizia a realizzarla! Il modo migliore per imparare è provare, fallire e riprovare.

Shahzeb: Che tipo di web hosting preferiresti per i tuoi clienti? Secondo te, quali sono i vantaggi di ospitare un sito su un hosting gestito nel cloud rispetto all’hosting condiviso convenzionale?

Ben:È davvero un compromesso. Il self hosting o l’hosting condiviso ti offre un maggiore controllo sulle tue applicazioni ma con un investimento di tempo molto più elevato. L’hosting gestito gestisce i problemi dell’hosting, lasciandoti libero di concentrarti sul codice, ma con meno possibilità di personalizzazione.

Shahzeb: Cosa ne pensi delle soluzioni di hosting gestito come DreamHost, che forniscono uno stack PHP ottimizzato con funzionalità per distribuire le proprie app Web?

Ben: Non ho mai utilizzato DreamHost personalmente, ma sono un grande fan dell’hosting gestito. Di solito scelgo l’hosting gestito quando sviluppo nuovi progetti collaterali o quando ho lavorato con clienti che non avevano conoscenze di amministratore di sistema.

Shahzeb: Cosa ti piace fare quando sei lontano dal tuo laptop?

Ben: Il golf è diventato il mio hobby principale negli ultimi due anni. Non avrei mai pensato che mi sarebbe piaciuto ma è davvero fantastico. Stare all’aria aperta, rilassarsi e allo stesso tempo sfidare se stessi; è incredibilmente divertente.

Shahzeb: Chi dovremmo intervistare dopo e perché?

Ben: Lonnie Ezell. Ora sta dirigendo il progetto ed è stato il cervello (e il codice) dietro la maggior parte di CodeIgniter 4.

Phil Storione. Se vuoi conoscere i dettagli del CodeIgniter della vecchia scuola, sarebbe fantastico parlare con lui.

Shahzeb: Potresti condividere per i nostri lettori alcune istantanee del tuo ufficio o della tua attuale postazione di lavoro nella situazione pandemica COVID-19?

Shahzeb: Grazie ancora, Ben.

Ben: Grazie per avermi ospitato!

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!