Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Intervista a Lorenzo Stramaccia – Senior Mag…

Intervista a Lorenzo Stramaccia – Senior Mag...

Far parte della comunità Magento può essere profondamente stimolante perché troverai sempre persone che possono aiutarti a imparare, crescere e trovare soluzioni ai tuoi problemi. Una di queste persone è lo sviluppatore certificato Magento Lorenzo Stramaccia, che ha più di 5 anni di esperienza di lavoro nel settore dell’e-commerce Magento. Attualmente sta lavorando con MageSpecialist/Skeeller come risorsa Senior Magento.

Lakhan: Ciao Lorenzo, è bello averti con noi! Potresti per favore parlare di te ai nostri lettori? Accompagnaci nel tuo viaggio fino ad ora.

Lorenzo: Grazie per avermi invitato! Sono Lorenzo, un ingegnere informatico di 40 anni proveniente da un posto meraviglioso nel centro Italia chiamato Umbria. Attualmente lavoro presso Skeeller | Adiacent Company (precedentemente nota come MageSpecialist) come Innovation Manager e leader tecnologico front-end.

Per riavvolgere, ho iniziato il mio viaggio con l’informatica abbastanza presto, circa 35 anni fa, quando mio padre portò a casa un Macintosh Plus. Curiosità e passione mi hanno spinto ad apprendere vari linguaggi di programmazione già da adolescente. Devo ammettere che senza internet a casa e senza nessuno a cui chiedere aiuto, è stata dura, ma anche divertente.

Lakhani: C’è stato un motivo speciale per cui hai scelto di lavorare con Magento rispetto alle altre piattaforme di e-commerce disponibili? Quale diresti che sia importante per te usare Magento?

Lorenzo: Ho incontrato Magento per la prima volta quando ho iniziato a lavorare presso MageSpecialist nel 2015. L’agenzia aveva molti clienti con negozi basati su Magento 1. All’epoca lavoravo principalmente sul frontend e ho ottenuto la mia prima certificazione come “Sviluppatore front-end certificato Magento” .

Magento 2 è stato un grande cambiamento, una nuova Piattaforma di e-commerce basata su un nuovo framework. Ci ha permesso di entrare nel mercato aziendale e di risolvere problemi complessi per i nostri clienti. Ci ha aiutato a fare un grande passo come agenzia e a crescere professionalmente.

Lakhani: Hai aiutato i proprietari di negozi con lo sviluppo di negozi di e-commerce. Qual è il tuo processo di pensiero prima di iniziare qualsiasi progetto?

Lorenzo: È sempre emozionante iniziare un nuovo progetto da zero. Credo che sia davvero importante avere una lista chiara dei requisiti per capire cosa si aspetta il cliente. È fondamentale concentrarsi su dove il cliente vede il valore reale e avere un rapido ciclo di feedback.

Lakhani: Per coloro che vogliono imparare Magento, che consigli daresti riguardo al Certificato Magento?

Non mentirò, Magento non è facile. È necessaria una solida conoscenza di PHP e OOP e familiarità con concetti come il principio di inversione delle dipendenze e i database relazionali. Quando Magento 2 è stato rilasciato per la prima volta, abbiamo frequentato un corso online di Magento U e devo dire che mi ha aiutato molto. Un altro ottimo modo per imparare è semplicemente lavorarci, iniziando con semplici personalizzazioni e, quando hai dubbi, dare un’occhiata al codice dei moduli principali.

Ho superato i requisiti per “Sviluppatore front-end professionale certificato Magento 2” (ora “Sviluppatore front-end Adobe Certified Expert-Adobe Commerce”) e “Sviluppatore professionista certificato Magento 2” (ora “Sviluppatore front-end Adobe Certified Expert-Adobe Commerce”) , tutto grazie alla mia esperienza lavorativa.

Lakhani: Cosa ne pensi di Headless, PWA e altre tecnologie correlate? In che modo andranno a beneficio dei commercianti e del settore dell’e-commerce?

Lorenzo: Lo stack del frontend di Magento 2 è piuttosto datato ed è difficile da ottimizzare. Non ci sono stati cambiamenti dal primo rilascio di Magento 2.0. Nel frattempo, il mondo del front-end si è mosso (e continua a muoversi) molto velocemente. Inoltre, alcuni aspetti sono piuttosto discutibili, come i componenti dell’interfaccia utente e l’architettura del checkout.

Un approccio headless è un modo per risolvere questo problema. Al giorno d’oggi è abbastanza facile trovare sviluppatori React o Vue, mentre, posso assicurarti, è piuttosto difficile assumere buoni sviluppatori Magento. Abbiamo utilizzato React in passato per sostituire alcuni elementi di Magento, come la cassa o il minicart, ma ovviamente dipende da cosa vuole il cliente.

Headless/PWA non sono per tutti. Stiamo lavorando su un frontend PWA basato su React per uno dei nostri maggiori clienti, ma stiamo anche lavorando su altri progetti con Hyvä e mi sto davvero divertendo. Hyvä dimostra che non è necessario perdere la testa per ottenere grandi prestazioni ed è davvero semplice lavorarci. È solo il sistema di layout Magento con Tailwind Css e Alpine.js.

Lakhani: Cosa pensi della comunità Magento? Quanto è importante per la crescita della piattaforma Magento?

Lorenzo: La community è una parte cruciale di Magento e ha svolto un ruolo importante nella crescita della piattaforma. Abbiamo ospitato anche alcune giornate di contribuzione in passato, ma negli ultimi anni abbiamo perso qualcosa. È diventato più difficile contribuire a causa dell’infinito processo di revisione e alcune persone hanno semplicemente smesso di contribuire, me compreso.

Recentemente c’è stata una lettera aperta da parte della Magento Open Source Community Alliance per “salvare il monolite” effettuando un fork, poiché la strategia di Adobe è probabilmente quella di sostituirlo con una serie di microservizi.

Ora, non so cosa farà Adobe con Magento, ma sono felice che la comunità stia cercando di fare un passo del genere. Non è facile come scrivere una lettera, ma mi piacerebbe contribuire se posso.

Lakhani: Cosa ne pensi degli eventi Magento online e di quali eventi sei entusiasta quest’anno?

Lorenzo: Gli eventi online hanno alcuni pro e contro. Puoi partecipare anche se sei dall’altra parte del mondo, ma dall’altra parte ti manca l’atmosfera e la possibilità di chiacchierare con la gente nelle pause.

Non vedo l’ora che arrivi Reaction ad ottobre, dato che l’evento dell’anno scorso è stato davvero interessante.

Lakhani: In che modo pensi che questi eventi migliorino l’esperienza di Magento?

Lorenzo: Puoi relazionarti con persone che fanno lo stesso lavoro in paesi diversi. È sempre un’esperienza di apprendimento ascoltare una voce diversa, magari con un punto di vista diverso. Imparerai anche qualcosa di nuovo dai relatori: di solito sono sviluppatori davvero bravi.

Lakhani: Dove vedi Magento nel futuro? Qualche previsione per il 2022?

Lorenzo: L’e-commerce sta crescendo e Magento continuerà a crescere. Non mi aspetto cambiamenti radicali nello stesso Magento. Secondo la cronologia del rilascio di Adobe, avremo la versione 2.4.4 con supporto PHP 8.1 ma, da quanto ne so, non ci sono altre funzionalità pianificate. Forse ci sarà qualcosa di entusiasmante da parte della community, chi lo sa.

Lakhani: Puoi condividere per favore una foto del tuo posto di lavoro? E hai qualche consiglio su come realizzare una postazione di lavoro produttiva, visto che molti di noi lavorano ancora da casa?

Lorenzo: Certo, anch’io lavoro da casa e non ho intenzione di tornare in ufficio. Il mio suggerimento è di investire in una sedia ergonomica: braccioli regolabili e supporto lombare possono cambiarti la vita. Anche le cuffie con cancellazione del rumore sono un buon investimento per isolarti e concentrarti, ma non sentirai il campanello… o tua moglie.

Lakhani: Chi sono i migliori influencer a cui ti ispiri?

Lorenzo: Abbiamo la fortuna di poter Utilizzare Linux e Git di Linus Torvalds, oppure un software straordinario come Redis di Salvatore Sanfillippo. Ci sono molte grandi menti che hanno deciso di rilasciare il proprio lavoro come software open source. Ciò ha consentito a molte persone di avere un lavoro e una vita migliore.

Quanti lavori per sviluppatori Laravel/Symfony/Node.js (ecc…) esistono grazie al creatore di questi framework? Sono davvero grato a questo tipo di persone.

Lakhani: Com’è il tuo equilibrio tra lavoro e vita privata? Ci sono attività che ti piacciono nelle ore libere? Puoi condividere tutte le foto che ti piacciono qui!

Lorenzo: Ora posso dire che è abbastanza equilibrato. Prima, quando avevo bisogno di fare il pendolare, era un po’ stressante passare quasi 2 ore al giorno alla guida.

Ho un figlio Filippo di 3 anni e, come puoi immaginare, quasi tutto il mio tempo libero è dedicato a lui. Trascorriamo il tempo giocando con i treni, costruendo binari o costruendo con i mattoncini Duplo (un tipo più grande di Lego). Sabato scorso siamo andati ad una fiera agricola per fargli vedere i trattori e gli animali della fattoria!

Mi piace anche fare una passeggiata nella natura ogni volta che posso: mi aiuta dato che le mie giornate sono per lo più sedentarie.

Una cosa che mi piace molto e che mi manca è viaggiare all’estero. Per fortuna vivo in Italia dove ci sono tanti posti meravigliosi da scoprire.

Lakhani: Quali risorse pensi che i principianti potrebbero trovare utili per imparare a sviluppare Magento?

Lorenzo: In passato ho trovato molti articoli interessanti nel blog di Alan Storm. Scava in profondità nell’architettura e spiega come funzionano le cose. Ho trovato utile anche cercare nel codice Magento. Suggerisco spesso ai miei colleghi di dare un’occhiata ad alcuni moduli principali specifici quando chiedono aiuto. Se hai bisogno di gestire i clienti, un buon posto per trovare idee è il modulo Clienti Magento, mentre se devi gestire gli ordini, il modulo Vendite Magento è un buon punto di partenza. E così via.

Al giorno d’oggi ci sono molte risorse online. Quando dobbiamo formare nuovi sviluppatori, utilizziamo anche i video di Vinai Kopp di Mage2Tv.

Questo non è focalizzato su Magento ma è relativo a PHP e Laravel: mi piace leggere i post del blog dei membri del team Spatie che puoi trovare su freek.dev O cucitrice.io

Lakhani: Per favore condividi i tuoi suggerimenti e consigli con i nostri lettori.

Lorenzo: Leggi i documenti! Può farti risparmiare un sacco di tempo 😉 e ricordati di fare una pausa quando sei bloccato.

Il test è importante, ma non è necessario testare tutto. In Magento può essere difficile. Testa le funzionalità principali che implementi, come l’importazione di prodotti, l’esportazione di ordini e così via. Per un nostro cliente abbiamo sviluppato un motore di sconti personalizzato completamente coperto da test, quindi ogni volta che apportiamo una modifica aggiorniamo i relativi test. Aiutano molto anche durante gli aggiornamenti di Magento.

Un consiglio che do spesso è provare a padroneggiare i propri strumenti. Ad esempio, lavoro con PHPStorm e ho un plugin (Key Promoter X) che mi mostra la scorciatoia da tastiera da utilizzare ogni volta che utilizzo il mouse per fare qualcosa.

Ci sono anche alcuni bei corsi video su Laracast per PHPStorm e VSCode.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!