Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Il traffico RPM AdSense elevato può schiacciare il tuo traffico? [2023]

Il seguente articolo ti aiuterà: Il traffico RPM AdSense elevato può schiacciarti? [2024]

Questo post è stato aggiornato l’ultima volta il 18 gennaio 2024

Hai riscontrato un improvviso calo delle tue entrate Google AdSense?

Succede ai migliori editori!

Per essere più precisi, è l’RPM dell’annuncio che determina il successo.

La domanda principale è: perché i cali di giri continuano a verificarsi e come possono essere controllati?

Clic falsificati, visualizzazione di annunci irrilevanti e bot sono alcuni dei motivi più comuni riscontrati dai frequenti controlli del sito per guadagni AdSense così bassi.

In questo post del blog, rompiamo il ghiaccio sul motivo per cui un traffico elevato ha un impatto negativo sull’RPM di AdSense.

Google AdSense: che cos’è?

Fondata nel 2003, Google Adsense È la piattaforma pubblicitaria più popolare tra gli editori web per monetizzare i propri contenuti online.

L’obiettivo principale di AdSense è semplificare le procedure di monetizzazione degli editori digitali.

Essendo una Piattaforma chiusa, Google AdSense visualizza gli annunci della Rete Display di Google sulla pagina web dell’editore.

Perché i pub adorano AdSense:

  • È straordinariamente facile da usare.
  • Gli editori di tutto il mondo lo usano.
  • Il numero di siti web che utilizzano AdSense aumenta ogni mese.
  • Guadagni denaro in base al modello costo per clic (CPC).
  • Secondo le statistiche, per ogni clic puoi trattenere il 69% del pagamento, mentre Google prende una commissione di circa il 31%.

Ogni volta che uno spettatore fa clic su un annuncio AdSense, il proprietario del sito riceve una parte del denaro AdSense guadagnato.

Approfitta del calcolatore delle entrate di Google AdSense per avere un’idea approssimativa di quanto puoi Guadagnare per ogni clic.

In questo modo, puoi impostare la tua strategia di monetizzazione degli annunci utilizzando il calcolatore delle entrate AdSense.

Cos’è l’RPM di AdSense?

AdSense RPM è l’abbreviazione che gli editori sentono quando tastano per la prima volta il terreno con la pubblicità programmatica.

L’RPM dell’annuncio, o RPM dell’annuncio, viene calcolato dividendo le entrate stimate per le impressioni dell’annuncio e quindi moltiplicando per 1.000.

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle piattaforme pubblicitarie (incluso Google AdSense) utilizza il metodo RPM per determinare le tariffe di pagamento.

Diamo un’occhiata alle metriche RPM più popolari tra i pub:

RPM delle sessioni: RPM di sessione, ovvero “Giri al minuto VCiò significa entrate per miglio di visite. A volte indicato come “RPM U” Dove “U” è l’abbreviazione di utenti.

RPM delle impressioni: misurano le entrate per mille impressioni per unità pubblicitaria.

Giri di pagina al minuto: L’RPM della pagina è la tariffa che un inserzionista deve pagare per ogni 1.000 impressioni dell’annuncio visualizzate su ciascuna pagina. Si calcola dividendo le entrate stimate per il numero di visualizzazioni di pagina ricevute e quindi moltiplicando per 1.000.

Pagina RPM= (Entrate/Visualizzazioni di pagina) x 1.000

Con l’RPM di sessione, più annunci vede un utente mentre scorre il contenuto del tuo sito web, più preziosa è ogni singola sessione per l’editore.

Le metriche RPM di cui sopra sono KPI per monitorare gli stipendi passati e attuali e prevedere gli stipendi AdSense in arrivo.

Ciò motiva gli editori a pianificare e pubblicare più contenuti online per aumentare le entrate AdSense.

A volte, nella speranza di aumentare l’RPM, gli editori aggiungono più annunci che contenuti ai loro blog. Ciò rovina l’intero percorso dell’esperienza dell’utente.

Perché la mia velocità RPM è diminuita durante i periodi di traffico intenso?

Come sappiamo, l’RPM consente agli utenti di dare un’occhiata ai potenziali guadagni AdSense in base al numero di visualizzazioni di pagina e di clic ottenuti.

Quando si tratta dell’aspetto della precisione, la metrica RPM non è sempre corretta al 100% considerando che le visualizzazioni di pagina e i clic possono salire alle stelle nel giro di poche ore.

Ma perché tutto ciò è così incoerente?

Gran parte della volatilità è dovuta alla spesa degli inserzionisti per questi annunci.

Ad esempio: supponiamo che l’annuncio con il maggior incasso mostri la parola chiave “Programmazione“E il prezzo di questa parola chiave scende nel fine settimana.

In questo caso, i tuoi guadagni RPM saranno influenzati.

Anche le impressioni disponibili o la disponibilità degli annunci svolgono un ruolo nell’RPM.

Google AdSense è una rete pubblicitaria affidabile quando si tratta di riempire le impressioni.

È anche comune che gli editori debbano accettare offerte inferiori se l’inventario disponibile sul loro sito web aumenta.

Di conseguenza, ti ritroverai con uno scenario “”, in cui l’inventario complementare fa offerte a un prezzo inferiore solo per garantire che le impressioni vengano pubblicate e che tutto lo spazio pubblicitario sia riempito.

Poiché gli inserzionisti non sono sotto pressione o non hanno urgenza di aumentare le loro offerte, le impressioni meno remunerative tendono a ridurre il pagamento medio complessivo per le impressioni.

Di conseguenza, queste impressioni ottengono meno visualizzazioni o clic oppure il costo finale delle entrate per clic o visualizzazione diminuisce di valore a causa del prezzo dell’offerta inferiore.

Arriviamo al punto principale qui.

La pubblicità competitiva è obbligatoria al giorno d’oggi perché i tuoi visitatori non faranno clic su annunci irrilevanti.

Tuttavia, il motivo della diminuzione dell’RPM durante l’aumento del traffico non è sempre sufficientemente chiaro.

I cambiamenti trascurati del sito sono spesso la causa di questi picchi di traffico.

I profitti degli editori possono essere influenzati negativamente anche dalle modifiche più semplici che possono comportare un sovraccarico dei tempi di risposta.

Supponiamo che Google non possa eseguire la scansione di alcune pagine del tuo sito. (di solito a causa dei blocchi robot.txt)

Quando Google non riesce a eseguire la scansione di una pagina web, gli annunci visualizzati su quella pagina finiscono per essere inutili.

Gli aggiornamenti di codifica all’interno degli annunci visualizzati sono un altro motivo plausibile.

Se AdSense non riesce a caricare annunci ad alto reddito in un periodo di tempo ragionevole, mostrerà invece annunci a basso reddito.

È contenuto

L’RPM AdSense di un editore può diminuire per diversi motivi.

Tuttavia, alcuni di questi motivi non possono essere evitati.

Sebbene un editore possa ottimizzare i propri contenuti per aumentare le percentuali di clic, il che si traduce in RPM più elevati, ci saranno sempre alcune inevitabili fluttuazioni nel traffico.

Ogni editore e creatore di contenuti online desidera che le proprie entrate AdSense siano coerenti.

Sei ancora confuso sui picchi di traffico o sugli RPM?

Non preoccuparti, MonetizeMore può capirlo per te e risolvere eventuali problemi di Google AdSense lungo il percorso.

Contattaci oggi per ottenere le tue entrate AdSense e triplicare le tue entrate pubblicitarie.