Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

DreamHost Staging 2.0: testa il tuo sito senza…

DreamHost Staging 2.0: testa il tuo sito senza...

Fin dall’inizio, l’ambiente di staging di DreamHost è stato progettato per consentirti di sviluppare e testare tutti i siti di staging che desideri senza correre il rischio di danneggiare i tuoi siti live. Naturalmente, un buon design non conta nulla senza incorporare il feedback degli utenti. In DreamHost, ci impegniamo ad ascoltare i tuoi commenti e le tue note sui servizi che forniamo e li utilizziamo per aggiornare costantemente il nostro set di funzionalità.

In questo senso, siamo entusiasti di svelare il nostro Staging 2.0, con funzionalità estese e la possibilità di escludere file durante la sincronizzazione dello staging con il live! Continua a leggere per una panoramica delle novità e dei miglioramenti.

Cosa mancava nel vecchio ambiente di staging?

Sebbene la gestione temporanea di DreamHost sia sempre stata progettata per garantire flessibilità e controllo avanzato, abbiamo riconosciuto che alcuni aspetti avrebbero potuto necessitare di una messa a punto, in particolare per quanto riguarda la logica push predefinita per i file web.

Gli utenti Potrebbero facilmente eseguire una spinta incrementale dal palco al live. Quindi, supponiamo che tu crei un ambiente di gestione temporanea per risolvere un problema con il plug-in. Durante il periodo di debug, scopri che il tuo cliente ha caricato alcuni nuovi file, che vorrai mantenere sul sito live. Tutto quello che devi fare è un push incrementale dallo stage al live, che potresti facilmente eseguire nel vecchio ambiente.

Il punto in cui il vecchio ambiente falliva, tuttavia, era durante le sovrascritture complete. Le modifiche apportate alla versione di staging non si manifesterebbero sul sito live. Ciò spesso richiederebbe che l’utente finale debba ripetere l’ottimizzazione sul sito live. Inoltre, gli utenti non sarebbero in grado di escludere file e cartelle specifici dall’operazione push.

L’ultimo aggiornamento risolve questi problemi fondamentali.

Come lo staging 2.0 migliora la funzionalità

Con il nuovo ambiente di staging hai il controllo completo sulla funzione di sovrascrittura. Supponiamo che tu abbia creato un sito di staging per l’ottimizzazione e rimosso file obsoleti e plug-in obsoleti nell’ambiente di staging. Dopo aver verificato che tutto funzioni sul sito stage, puoi inviare le modifiche al sito live mantenendo intatta tutta l’ottimizzazione, se lo desideri.

Allo stesso modo, se desideri eseguire un push incrementale, ma escludere determinati file e cartelle, ora puoi farlo. Supponiamo che tu abbia creato un sito di gestione temporanea per eseguire il debug di un problema con il plug-in. Prima di inviare le modifiche al sito live, scopri che un client ha rimosso alcuni documenti sul sito live durante il debug. Nella vecchia versione, se si passava al sito live, i documenti cancellati riapparivano. Con Staging 2.0, ora hai la possibilità di escludere la cartella dei documenti eliminati dall’operazione push.

Cosa vedrai durante una sovrascrittura

Quando gli utenti inviano file Web, il selettore predefinito sarà Sovrascrivi; per impostazione predefinita, il sito di destinazione verrà sovrascritto dal sito di origine. Ecco come ti apparirà:

Cosa vedrai durante un push incrementale

Quando gli utenti desiderano un push incrementale, è sufficiente selezionare l’opzione push incrementale. Apparirà così:

Quando si desidera un push incrementale ed escludere anche file/cartelle

In questo caso, selezionare l’opzione push incrementale. Applicare la casella di controllo su Escludi file/cartelle e specificare il percorso per escludere file/cartelle. In questo caso, un cliente può Aggiungere tutti i percorsi di esclusione che desidera. Apparirà così:

  • Per escludere le cartelle, l’utente aggiungerà: contenuto wp/plugins/
  • Per escludere i file, l’utente aggiungerà: wp-content/object-cache.php

Concludere

Lo staging 2.0 migliora la funzionalità del processo di staging sulla piattaforma DreamHost, offrendo agli utenti maggiore flessibilità e controllo sui siti che prendono in diretta dallo staging. Riduce al minimo le possibilità di conflitto di codice e fornisce agli utenti un’opzione aggiuntiva per escludere i file. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un ambiente di staging con DreamHost, fare riferimento a questo articolo completo guida.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!