Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

“Consiglierei sicuramente l’utilizzo del lavoro gestito…

“Consiglierei sicuramente l'utilizzo del lavoro gestito...

Sabrina ama l’ottimizzazione delle prestazioni, il ridimensionamento di WordPress, la creazione di progetti WordPress multisito e il nuoto. È specializzata nell’accelerare i siti WordPress senza comprometterne l’aspetto e le funzionalità. Adora anche parlare e scrivere di tutto ciò che riguarda la velocità del sito.

È anche la fondatrice di SpeedGuard, un plug-in WordPress per tenere d’occhio la velocità del tuo sito utilizzando l’API Google PageSpeed ​​Insights. Ha organizzato diversi eventi per la comunità WordPress in Ucraina.

Mansoor: Ciao, Sabrina! Grazie per aver dedicato del tempo a questa intervista con noi. Puoi per favore parlare di te ai nostri lettori? Quando hai iniziato la tua carriera professionale? Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a scegliere il settore WordPress?

Sabrina: Ciao Mansoor! Grazie per avermi ospitato, è un onore essere nuovamente presente sul tuo blog.

Come molti altri, non ho mai scelto WordPress, piuttosto è entrato nella mia vita in modo naturale e non se ne è mai andato.

Circa 11 anni fa ero un grafico che cercava di realizzare un semplice sito web per la nostra agenzia. Ho provato alcune soluzioni e sembrano tutte così complicate e goffe che non riuscivo proprio a sopportarle. E poi c’era qualcosa chiamato WordPress che prometteva di essere configurato e funzionante in 5 minuti o meno. Naturalmente, quella volta mi ci sono voluti molto più di 5 minuti, ma sono stato felice di scoprire che era davvero intuitivo e facile da usare, quindi l’ho mantenuto.

Dato che era così facile da usare, sembrava anche facile personalizzare le cose. Questa parte non è andata bene, le cose continuavano a rompersi, si sono verificati tutti i tipi di errori e schermate bianche di morte. Ma è stato divertente imparare. Con il tempo ho scoperto che sono molto più interessato a creare nuovi problemi sul sito per poi risolverli in seguito che a progettare cose. Quindi, quando si è presentata l’opportunità di svolgere un lavoro di sviluppo, non ho esitato.

Mi è sempre piaciuto quanto WordPress sia flessibile e scalabile e poi, dopo un po’, ho scoperto qualcosa che porta quella scalabilità a un nuovo livello permettendoti di creare una rete di siti Web WordPress. Mi sono innamorato di Multisite a prima vista (anche se nei primi anni non era così bello come lo è adesso. 😉

Ero entusiasta di creare qualcosa di interessante con esso, ma quando una delle reti che ho creato e mantenuto ha raggiunto oltre 100 siti e il server ha iniziato a bloccarsi di tanto in tanto ho imparato che le cose che potevano essere lasciate andare in una singola installazione di WordPress potevano facilmente essere eliminate. abbattere la rete. È così che mi sono avvicinato all’ottimizzazione delle prestazioni, che negli ultimi anni è diventata la mia principale area di lavoro. Ho dovuto imparare a ottimizzare le cose, non solo per far funzionare qualcosa, ma per farla funzionare in modo efficiente.

Mansoor: hai una vasta esperienza lavorativa nell’ottimizzazione delle prestazioni dei siti Web WordPress. Quali pensi siano i fattori critici che a volte vengono trascurati dagli sviluppatori di WordPress? Cosa suggerisci loro?

Sabrina: L’aspetto fondamentale che spesso viene trascurato dagli sviluppatori è cercare di applicare un trattamento senza diagnosticare una malattia.

Immagina di chiamare un medico e lui dice “Va bene, prendi quelle pillole, ho sentito che non sono male”.

Nessun vero dottore lo farebbe mai, giusto? Non si consulterebbero mai telefonicamente, non trarrebbero conclusioni affrettate. Ti faranno invece un sacco di domande, ti sottoporranno a un esame approfondito e a tutti i tipi di test (che ovviamente potrebbero non piacerti) per scoprire nel modo più preciso possibile qual è il motivo per cui ti senti male. Senza capire il motivo non potranno prescriverti nessun medicinale. E dopo averlo fatto, controlleranno come cambia il tuo stato con esso, giusto?

Fortunatamente, la velocità del sito è una cosa molto meno responsabile su cui lavorare rispetto alla salute di qualcuno (entrambi i miei genitori sono medici tra l’altro e non mi sono mai pentito di non esserlo diventato).

Ma il processo dovrebbe comunque essere qualcosa di simile al semplice provare cose casuali. Faccio sempre a innanzitutto il controllo di gestione per definire lo stato attuale delle cose nell’intero sito Web e i principali colli di bottiglia che lo rallentano, quindi con queste informazioni avrò una comprensione di ciò che è necessario fare e quali risultati ci si potrebbero aspettare. Solo dopo questa diagnosi inizia il trattamento.

Mansoor: Recentemente hai tenuto una sessione “I 5 consigli più popolari per velocizzare il tuo sito web che non funziona” durante il WordFest 2021. Vorresti approfondire questi consigli per i nostri lettori?

Sabrina: Sicuro. Se cerchi su Google qualcosa come “come velocizzare il mio sito web”, otterrai tonnellate di post e articoli con consigli su come farlo, e ci sono un paio di consigli che si ripetono quasi in ogni risultato di ricerca che apriresti. Ad esempio, impedisci al core di WordPress di effettuare richieste aggiuntive, disabilita i plugin inutilizzati, combina file CSS e JavaScript, usa CDN e, naturalmente, se nulla aiuta, spostati su un altro host. Il problema è che queste raccomandazioni raramente funzionano. Parlo in dettaglio del perché accade e di cosa fare in quella sessione al WordFest 2021, la registrazione e le diapositive sono disponibili sul mio sito web.

Mansoor: Migliaia di utenti creano ogni giorno i loro siti web con WordPress. Vorresti condividere alcuni suggerimenti e trucchi che potrebbero essere utili per loro? Inoltre, i tuoi temi, plugin e altri strumenti preferiti, in modo che possano fare facilmente la loro scelta.

Sabrina: Potrei non essere il miglior consulente per i nuovi utenti. Devo confessare di non aver mai utilizzato nessun page builder prima di Gutenberg. Ma ci sono pochi plugin che mi rendono la vita molto più semplice sia come sviluppatore che come utente: Advanced Custom Fields (il preferito di tutti i tempi), WP Rocket (ne sono stato un grande fan da molto tempo prima di unirmi al team) e WP Tutto Importa/Esporta. Non è solo per la funzionalità che offrono, ma anche per il modo in cui sono costruiti e per il modo in cui lavorano i team dietro al lavoro.

Mansoor: Dato che su Internet sono disponibili molti CMS, WordPress si distingue dalla concorrenza. Quale pensi sia il motivo principale del successo di WordPress? Come vedi la popolarità di WordPress come CMS headless?

Sabrina: Penso che la ragione dell’enorme successo di WordPress sia il modo in cui si svolge il percorso del cliente.

Ogni volta che menzioni WordPress a qualcuno che non lo conosce ma ne ha sentito parlare, riceverai “Ah, giusto! Quella cosa con cui puoi creare un piccolo blog!”, giusto? A causa di questa immagine di WordPress come una cosa semplicissima, super accessibile e facile da usare, anche i principianti non hanno paura di provarlo. questo è il primo passo.

Quindi, quando sono già impegnati a creare qualcosa con WordPress e incontrano qualsiasi tipo di problema, vanno a cercarlo su Google, giusto? E poiché così tante persone hanno già avuto un problema simile e lo hanno già risolto, e c’è un’enorme quantità di Informazioni disponibili, è probabile che troverebbero la soluzione prima ancora di aprire anche un terzo risultato di ricerca su Google. In questo modo possono trovare rapidamente le risposte, imparare velocemente e passare a cose più complicate. Non è un ottimo motivo per restare fedeli al software?

E infine, prima o poi scoprirai la comunità di WordPress, andrai a un incontro locale di WordPress e scoprirai che ci sono persone vere dietro tutto questo, persone proprio come te. E da allora non c’è più modo di tornare indietro.

Mansoor: A volte la nuova versione di WordPress viene fornita con un aggiornamento importante che offre funzionalità utili. Quali funzionalità vorreste vedere nel prossimo aggiornamento? Qual è la tua funzionalità preferita di WordPress?

Sabrina: Se dovessi nominare solo una cosa che non vedo l’ora di fare, sarebbe il supporto multilingue pronto all’uso. Ho sempre pensato che questo avrebbe dovuto essere fornito dal nucleo.

Mansoor: WordPress Multisite offre funzionalità estese per quegli utenti che desiderano creare e gestire più siti Web su un’unica rete. Quali strumenti ritieni essenziali per una Rete Multisito?

Sabrina: Monitoraggio delle query. Supponiamo che ci sia un’attività programmata per essere eseguita ogni 5 minuti sul tuo sito web e non è codificata correttamente: esegue troppe query sul database e richiedono troppo tempo per l’esecuzione. Quindi ogni 5 minuti il ​​tuo server soffre del carico. Ma ce la fa.

Ora immagina di non avere una normale installazione di WordPress, ma una piccola rete di, diciamo, 10 siti. Questo accadrà a ciascuno di loro. E se ci fossero 100 siti lì? O 10000?

La natura modulare di WordPress ci offre grandi opportunità e flessibilità, ma significa anche che qualsiasi cosa può rompersi in qualsiasi momento. Codice errato nei plugin, codice errato nei temi, tutti i tipi di problemi di compatibilità: tutto ciò che può andare storto in una normale installazione di WordPress può andare storto anche in WordPress Multisite, ovviamente. E le implicazioni sarebbero moltiplicate per il numero di siti web presenti nella tua rete.

Mansoor: Proprio come la community di WordPress, anche i provider di hosting svolgono un ruolo importante nel potenziamento dell’ecosistema WordPress. Quali sono i tuoi pensieri a riguardo? Consiglieresti ai tuoi utenti l’hosting WordPress gestito per i loro siti web?

Sabrina: 100 percento. Se non sei un DevOps e non lo diventerai, ti consiglio vivamente di Utilizzare l’hosting WordPress gestito e lasciare che qualcun altro si faccia tutti i grattacapi, mentre tu ti concentri sul diventare un professionista migliore nell’area in cui ti occupi già In.

Mansoor: È molto importante conciliare lavoro e vita professionale. Come trascorri solitamente il tuo tempo quando ti prendi una pausa dal lavoro? Se sei un appassionato lettore, potresti condividere alcuni dei libri che ti piacciono di più?

Sabrina: Qualche tempo fa ho avuto dei problemi alla schiena a causa della prolungata seduta al lavoro. Anche se mi piace leggere e ascoltare anche i drammi radiofonici, non mi è sembrata una grande svolta in termini di cambiamento della posizione del corpo. Quindi mi sono guardato intorno per vedere a che tipo di attività avrei potuto passare durante le pause. Realizzare un divano sembrava un bel modo per fare esercizio e muoversi un po’ di più. Quindi ho realizzato un divano. E poi mobili per il bagno, e un tavolo da pranzo. Attualmente sto finendo la mia nuova cucina.

Il mio Twitter sembra divertente però, dato che è un misto di tweet sulla velocità del sito e delle mie foto fai-da-te con elementi in legno, sembra che ai miei amici piacciano entrambi.

Mansoor: Grazie per le tue risposte, Sabrina. È stata davvero una bellissima esperienza intervistarti. Solo un’ultima cosa! Potresti condividere un’immagine della tua postazione di lavoro per i nostri lettori? Questo sarebbe tutto!

Sabrina: Viaggio molto, anche adesso, e lavoro dal mio laptop da luoghi diversi. Ma ecco la mia stazione di servizio che porto sempre con me, alimentata dal caffè.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!