Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Come misurare e ridurre il TTFB in WordPress

Come misurare e ridurre il TTFB in WordPress

Stai creando un sito web con WordPress o il tuo sito web esistente è molto lento? Durante l’esecuzione di uno speed test di un sito web, ti sei imbattuto in TTFB ma non sai cos’è o come misurarlo e ridurlo? Sei nel posto giusto! In questo articolo ti spiegherò tutto quello che devi sapere sul TTFB.

Cos’è il TTFB?

Time to First Byte (TTFB) si riferisce al tempo di risposta del server necessario per caricare una pagina web. Più tempo impiega il server per rispondere alla richiesta, più tempo impiega il browser per visualizzare la pagina web a un utente. Questo è il motivo per cui i ritardi tra le richieste del browser e la risposta ricevuta possono aumentare il TTFB.

Il tempo TTFB è la somma di tutti i tempi di risposta di ciascuno dei servizi attraverso i quali passa la nostra richiesta, come il browser, la connessione Internet, la distanza dal nodo al server web, il DNS più vicino, ecc. Ciò significa che il TTFB non è solo la prima volta che un URL viene visitato ma anche ogni volta che viene richiesto l’accesso al contenuto.

Il TTFB è davvero importante?

È importante capire che TTFB non equivale alla velocità del sito web. Questa è in realtà una misura della reattività. Ci sono molte discussioni sul web sull’importanza o meno del TTFB. Alcuni dicono che non ha senso, mentre altri dicono che è importante. Tuttavia, questi sono i miei due argomenti principali che giustificano la riduzione del TTFB.

Innanzitutto, dal punto di vista dell’esperienza dell’utente, è necessario comprendere che durante questo periodo l’utente sta aspettando davanti a una pagina vuota. Pertanto, se il TTFB supera i valori soglia, ciò porterà inevitabilmente alla frustrazione dell’utente, che probabilmente abbandonerà il tuo sito web. In secondo luogo, diversi studi sembrano concordare sul fatto che il TTFB conta nel posizionamento dei siti web su Google.

Come misurare il TTFB

Sono disponibili molti strumenti che possono aiutarti a controllare e misurare il TTFB del tuo sito web.

Qui ti mostrerò come misurare il TTFB con gli strumenti popolari ampiamente utilizzati dagli esperti di WordPress. I risultati variano leggermente quando confronti ogni strumento di test, quindi in questo modo puoi controllare il tuo TTFB da diverse angolazioni.

  • Come misurare il TTFB con GTmetrix
  • Come misurare il TTFB con la console Chrome
  • Come misurare il TTFB con WebPageTest
  • Come misurare il TTFB con Sucuri
  • Come misurare il TTFB con KeyCDN

Come misurare il TTFB con GTmetrix

GTmetrix è un potente strumento di test dei siti Web che consente agli utenti di monitorare le prestazioni del proprio sito Web e suggerisce aree di miglioramento per ottenere risultati migliori. Ho utilizzato questo strumento di test anche nei page builder e nei temi WordPress più veloci per impostare i test di velocità e le classifiche.

È facile controllare TTFB da GTmetrix, ma qui ci si riferisce a TTFB con il tempo di attesa. Per controllare TTFb, esegui il tuo sito web su GTmetrix, quindi vai su Cascata e passa il mouse su barre colorate (tempo). Lì vedrai il tempo di attesa, ovvero TTFB.

Come misurare il TTFB con la console Chrome

Chrome non è solo un browser per accedere a un sito Web, ma anche uno strumento avanzato per sviluppatori che aiuta gli sviluppatori a controllare il flusso del proprio sito Web e degli elementi di contenuto. Per visualizzare TTFB in Google Chrome, premere Ctrl+Maiusc+I (per vincere) / Cmd + Opt + I (per Mac) o Fare clic con il tasto destro del mouse → Ispeziona → Tutto → passa il mouse su Cascata.

Vedrai un tempo di attesa, ovvero il TTFB del tuo sito web insieme ad altri dettagli del sito web.

Come misurare il TTFB con WebPageTest

Puoi gestire il tuo sito web Test pagina Web, che ti aiuta ad analizzare le prestazioni del sito web e l’esperienza della pagina dell’utente. Questo strumento genera report completi sulle prestazioni del tuo sito web e suggerisce modi per migliorare i tuoi Core Web Vitals. Puoi vedere nell’immagine qui sotto, il primo campo è il TTFB dell’intero sito web.

Come misurare il TTFB con Sucuri

Sucuri è uno strumento intelligente appositamente progettato per misurare il TTFB del tuo sito web in diverse regioni. Esegue test su varie posizioni e ti aiuta ad analizzare il tempo TTFB sulla base di tali posizioni.

Ad esempio, se il tuo sito web è ospitato su un server a Londra e desideri verificare la velocità per la regione degli Stati Uniti. In tal caso, puoi facilmente capire i risultati delle prestazioni con questo strumento di test.

Come misurare il TTFB con KeyCDN

KeyCDN offre uno strumento di test delle prestazioni che ti consentirà di analizzare la velocità, lo stato, il tempo di connessione, il TLS e, soprattutto, il TTFB del tuo sito web. Qui hai le sedi di più paesi e puoi verificare immediatamente dove il tuo sito web funziona più velocemente e più lentamente.

Come ridurre il TTFB in WordPress

Qui metterò in evidenza 5 semplici modi per ridurre il TTFB in WordPress. Diamo un’occhiata a loro!

  1. Configura Cache Varnish
  2. Plug-in per la cache di WordPress
  3. Hosting WordPress più veloce
  4. Rete per la distribuzione di contenuti (CDN)
  5. Mantieni WordPress aggiornato

1. Configura Varnish Cache

Uno dei fattori importanti che influenzano il TTFB del tuo sito web è la cache di Varnish. Vedrai una differenza significativa quando abiliti Paint sul tuo WordPress. Abbiamo anche trattato una guida dettagliata su come configurare Paint su WordPress per verificare la differenza di prestazioni con e senza Varnish.

Questa volta controllerò il TTFB del sito web con o senza Varnish. Qui, ho creato un sito Web e l’ho ospitato sul server DreamHost Vultr (High Frequency), dove prima ho disabilitato Varnish dalla mia applicazione e ho controllato TTFB su GTmetrix. Successivamente, ho abilitato Varnish e controllato il tempo di attesa (TTFB).

Senza Varnish, il tempo di attesa (TTFB) è di 759 ms e il mio server ha riscontrato un tempo di risposta iniziale elevato.

Con la cache Varnish ho notato una grande differenza nelle prestazioni e il TTFB è stato ridotto a 141 ms.

2. Plug-in cache di WordPress

Per Migliorare le prestazioni, il repository dei plugin di WordPress è pieno di plugin che ti aiuteranno a migliorare la velocità del tuo sito web e il TTFB. Esistono varie opzioni e una di queste utilizza un plug-in per la cache di WordPress.

Se sei un utente DreamHost, ti consiglio di utilizzare il plug-in cache Breeze. È un plugin di cache appositamente progettato per migliorare la velocità del tuo sito web. Se vuoi esaminare la configurazione di installazione, ecco un guida dettagliata questo ti aiuterà a farlo.

Ora diamo un’occhiata alla differenza TTFB con e senza un plugin per la cache di WordPress.

Senza un plugin per la cache di WordPress, il TTFB calcolato su webpagetest.org è 0,184 s.

Con un plugin per la cache di WordPress, il TTFB è ridotto a 0,169 s.

Tieni inoltre presente che ho già abilitato la cache di Varnish, poiché Breeze è completamente compatibile con Varnish.

3. Hosting WordPress più veloce

L’hosting gioca un ruolo cruciale quando si tratta di velocità del sito web e di riduzione del TTFB. Ti aiuterà ad accelerare le prestazioni del tuo sito web e in pochi clic. Abbiamo anche trattato una guida dettagliata ed eseguito alcuni test per verificare le prestazioni di un sito Web WordPress sull’hosting WordPress più veloce.

DreamHost offre più di 65 data center che ti consentiranno di avviare un server più vicino al tuo pubblico di destinazione, quindi in questo modo puoi migliorare il TTFB del tuo sito web per i tuoi visitatori. Se utilizzi l’hosting condiviso, dopo la migrazione vedrai un’enorme differenza nelle prestazioni del tuo sito web.

4. Rete per la distribuzione di contenuti (CDN)

Integrare il tuo sito web con CDN è un modo semplice per ottenere buoni risultati in termini di prestazioni del sito web e migliorare il TTFB. Riduce la distanza fisica tra il tuo sito web e il visitatore memorizzando il contenuto del tuo sito web su diversi server proxy (globali).

Ad esempio, il tuo sito web è ospitato su un server a Londra e un visitatore apre il tuo sito web da New York, USA. In tal caso, invece di richiedere direttamente il server originale, il contenuto del sito Web verrà servito dal server proxy (CDN) più vicino.

5. Mantieni WordPress aggiornato

Si consiglia vivamente di mantenere aggiornati il ​​tema, il core, i plugin e la versione PHP non solo per migliorare le prestazioni ma anche per la sicurezza. Le nuove versioni e gli aggiornamenti sono generalmente incentrati su nuove funzionalità e ottimizzazioni di sicurezza/prestazioni.

Abbiamo notato un comportamento simile durante il test delle versioni PHP sul server DreamHost. La versione più recente era migliore e ha funzionato davvero bene quando l’abbiamo confrontata con le versioni precedenti. Ecco una guida dettagliata che ti aiuterà a comprendere l’importanza dell’aggiornamento alle ultime versioni di PHP.

Riepilogo

TTFB non dovrebbe essere visto come una minaccia finché sai perché causa problemi nel tuo browser o nella tua pagina web. Questa metrica è fondamentale affinché tutto scorra in modo rapido ed efficace e dia all’utente grande soddisfazione dopo la richiesta iniziale. Per questo motivo ti consiglio di Utilizzare il TTFB come strategia per fidelizzare i tuoi visitatori e clienti.

Tuttavia, rilevare un TTFB lento o elevato non è un compito facile. È una procedura lunga che richiede molto tempo e dedizione. Analizza attentamente il tuo sito web, rileva la mancanza di fluidità, se presente, e lavoraci sopra per dargli un buon restyling. Facendo questo regolarmente, otterrai l’effetto desiderato.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!