Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Come migliorare il tuo sistema Google PageSpeed ​​Insights…

Come migliorare il tuo sistema Google PageSpeed ​​Insights...

Prendersi il tempo per sfruttare la potenza della SEO nella tua azienda è un elemento fondamentale per avere una presenza web di successo.

La giusta strategia SEO può aiutarti a migliorare il posizionamento del tuo sito web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) in modo che più persone arrivino sul tuo sito web quando cercano parole chiave specifiche.

Dall’aggiornamento Core Web Vitals di Google a metà del 2021, la velocità della pagina è uno dei fattori più importanti che incidono le prestazioni SEO del tuo sito webe, per estensione, classifica.

Fortunatamente, c’è molto che puoi fare migliorare la velocità della tua pagina e aumenta il tuo punteggio di Google PageSpeed ​​Insights.

In questo articolo discuteremo alcuni dei modi migliori per migliorarlo per posizionarti più in alto e sfruttare al massimo la tua presenza sul web.

Continua a leggere per scoprire di più.

Definizione di Google PageSpeed ​​Insights

Google PageSpeed ​​Insights è uno strumento fornito da Google per aiutarti a misurare e migliorare la velocità della pagina del tuo sito web. Analizza e valuta le prestazioni del tuo sito web su una scala da 0 a 100, dove 100 è il migliore. E fornisce feedback su cosa puoi fare per migliorare il tuo punteggio.

Puoi Utilizzare Google PageSpeed ​​Insights per misurare la velocità della pagina dei tuoi siti web desktop e mobili.

Perché la velocità della pagina è importante?

Core Web Vitals è l’aggiornamento di Google che punta sulla velocità dei siti web come fattore chiave di ranking.

L’aggiornamento è stato annunciato a metà del 2021 ed è stato implementato nel tempo. Core Web Vitals prende in considerazione i seguenti fattori:

  • Ritardo primo ingresso (FID)
  • Tempo totale di blocco (TBT)
  • Prima vernice con contenuti (FDP)
  • Pittura con contenuto più grande (LCP)
  • Indice di velocità (SI)
  • Spostamento cumulativo del layout (CLS)
  • Tempo di interattività (TTI)

Tutto ciò significa che dall’aggiornamento di Google, la velocità della pagina è diventata un fattore ancora più critico SEO. Un sito web veloce offre una migliore esperienza utente, che Google sta incorporando nella sua determinazione delle prestazioni.

I siti web a caricamento rapido salgono in cima ai risultati di ricerca, mentre quelli che si prendono il tempo necessario cadranno nelle posizioni più basse.

I fattori che influenzano la velocità del sito web sono molti e vari ed è qualcosa che esamineremo in seguito.

Ottenere un punteggio elevato su Google PageSpeed ​​Insights

Facendo SEO per il tuo sito web in modo graduale garantisce che il tuo sito web si classificherà meglio nel tempo.

Esistono molte tecniche di ottimizzazione on-page che puoi utilizzare per migliorare la visibilità del tuo sito web.

Anche sapere dove si trova il tuo sito web è essenziale. Sono a tua disposizione molti strumenti di test di velocità e ottimizzazione, soprattutto se è basato su WordPress.

Controllo gratuito dell’esperienza delle pagine di Google

Inserisci il tuo dominio per verificare le prestazioni del sito web e la conformità con Core Web Vitals per migliorare l’esperienza utente complessiva del tuo sito web.

11 passaggi per migliorare il punteggio di Google PageSpeed ​​Insights

Diamo ora un’occhiata ai passaggi necessari per ottenere un migliore punteggio di Google PageSpeed ​​Insights.

1. Evita i reindirizzamenti delle pagine di destinazione post-clic

Il reindirizzamento della pagina di destinazione post-clic è il processo che invia un utente da una pagina Web a un’altra.

Possono verificarsi dopo che un utente ha fatto clic su un collegamento, su un annuncio o dopo aver inviato un modulo.

I reindirizzamenti possono essere molto frustranti per gli utenti e rallentano il tuo sito web. Ecco perché è fondamentale evitarli il più possibile.

C’è un malinteso tra quelli giusti avviare un’attività online e ai veterani del web che i reindirizzamenti consentiranno loro di tracciare più informazioni sugli utenti del loro sito web.

Anche se è vero che il monitoraggio dei dati è una buona idea, ci sono altri modi per farlo che non comportano la frustrazione dei tuoi utenti (e l’abbassamento del punteggio Core Web Vitals mentre rallentano la velocità di caricamento della pagina).

In altre parole, i reindirizzamenti sono una sorta di situazione perdente.

Se devi reindirizzare gli utenti, assicurati che il processo sia il più fluido e veloce possibile; se non puoi, non farlo.

2. Abilita la compressione

La compressione è il processo di riduzione della dimensione dei dati eliminando i caratteri non necessari.

Puoi farlo utilizzando un algoritmo di compressione o un compressore. La compressione dei dati del tuo sito web può comportare una significativa riduzione delle dimensioni della pagina. Avere immagini più piccole (o anche utilizzare formati come WEBP) aiuterà con la compressione.

3. Minimizza CSS, HTML, JavaScript

La minimizzazione è il processo di rimozione di tutti i caratteri non necessari da un file.

Questo può essere fatto manualmente o utilizzando uno strumento di minimizzazione.

Quando i file vengono minimizzati, la dimensione del file viene ridotta, il che porta a tempi di caricamento più rapidi per il tuo sito web.

4. Utilizza la memorizzazione nella cache del browser

Il tuo sito web non deve caricarsi dall’inizio ogni volta che un utente lo visita.

Proprio come il tuo browser in genere memorizza file specifici (assicurando che non debbano essere scaricati nuovamente la prossima volta che visiti un sito web o addirittura fai clic su una pagina diversa all’interno dello stesso sito), lo stesso concetto si applica al modo in cui il tuo sito web viene consegnato a il browser dell’utente.

Questo si chiama sfruttamento della cache del browser e può essere un fattore significativo per migliorare il tuo punteggio di Google PageSpeed ​​Insights.

La memorizzazione nella cache del browser WordPress è ancora più semplice da implementare con i vari plugin disponibili.

5. Dai priorità ai contenuti Above-The-Fold

Il contenuto Above-the-fold è il contenuto visibile sullo schermo dell’utente senza scorrere verso il basso.

Questo contenuto dovrebbe caricarsi il più velocemente possibile in modo che l’utente non debba aspettare molto prima di vederlo sullo schermo.

Che tu abbia contenuti importanti che devi visualizzare per primi o un carosello che deve girare velocemente, indirizza la tua attenzione a rendere disponibili i contenuti più importanti il ​​prima possibile.

Ciò aiuta anche la capacità di attenzione degli utenti poiché possono vedere subito ciò che offri senza essere distratti da altre cose che accadono nella loro vita.

6. Accelera i tempi di risposta del server

Il tempo di risposta del server è il tempo impiegato dal server per rispondere al browser dell’utente.

Questa volta può essere influenzata da molti fattori, come il tipo di server che stai utilizzando, il carico sul server e la connessione di rete tra il tuo server e l’utente.

Ecco un articolo su come ottimizzare il tuo sito Web WordPress se questa è la Piattaforma su cui viene eseguito il tuo sito.

Inoltre, se attualmente utilizzi un provider di hosting lento, potrebbe essere il momento di passare a uno più veloce.

A volte l’hosting condiviso significa che le risorse verranno distribuite tra molti siti web.

Ciò può portare a tempi di risposta lenti del server per il tuo sito web.

Prendi in considerazione l’utilizzo di un provider di hosting dedicato o l’aggiornamento a un VPS.

7. Elimina JavaScript e CSS che bloccano il rendering

JavaScript e CSS con blocco del rendering sono script e stili che bloccano il rendering della pagina.

Ciò significa che l’utente non può vedere alcun contenuto finché gli script e gli stili non sono stati caricati.

Puoi eliminare JavaScript e CSS che bloccano la visualizzazione dal tuo sito web: utilizzando i tag appropriati nel tuo documento HTML, minimizzando gli script e gli stili o caricandoli in modo asincrono.

Esistono molti modi per farlo, quindi assicurati di ricercare quale metodo funzionerà meglio per te.

8. Elimina le risorse che bloccano il rendering

Oltre a eliminare JavaScript e CSS che bloccano la visualizzazione, dovresti anche interrompere qualsiasi risorsa che blocca la visualizzazione.

Le risorse che bloccano il rendering sono immagini, graficavideo o altri file che bloccano il rendering della pagina, pertanto l’utente non può visualizzare alcun contenuto finché i file non vengono caricati.

Sebbene non esista una formula fissa per eliminare questo problema, puoi identificare quali risorse causano il problema utilizzando lo strumento PageSpeed ​​Insights e i report Core Web Vitals.

Una volta identificate le risorse, puoi ottimizzarle o caricarle in modo asincrono.

9. Utilizza una rete per la distribuzione di contenuti

Una rete per la distribuzione di contenuti (CDN) è una rete di server utilizzata per archiviare e fornire contenuti agli utenti.

Questo contenuto può essere qualsiasi cosa, da file statici, come immagini, infograficae video, a contenuti dinamici, come script e stili.

Una CDN può migliorare le prestazioni e la velocità del tuo sito web memorizzando nella cache i file statici e consegnandoli da un server vicino.

Se al momento non utilizzi una CDN, valuta la possibilità di utilizzarne una per migliorare le prestazioni del tuo sito web.

Sono disponibili molti CDN WordPress diversi, quindi cerca quale potrebbe funzionare meglio per te.

DreamHost offre ai suoi utenti all’interno della piattaforma Enterprise Grade Cloudflare CDN attraverso la sua partnership con Cloudflare, che è uno dei CDN WordPress più popolari in circolazione.

10. Implementare l’AMP

AMP (Accelerated Mobile Pages) è un progetto open source che mira a migliorare le prestazioni dei siti Web sui dispositivi mobili.

AMP si basa sulle tecnologie web esistenti, come HTML, CSS e JavaScript.

Ciò significa che puoi utilizzare AMP senza modificare il tuo sito web.

Le pagine AMP sono progettate per i dispositivi mobili e consentono loro di caricare i siti in modo rapido ed efficiente.

In situazioni normali, implementare AMP sul tuo sito web è una buona idea.

11. Usa temi WordPress che si caricano velocemente

Non tutti i temi WordPress sono creati allo stesso modo.

Alcuni temi WordPress sono progettati per essere veloci ed efficienti, mentre altri no.

Sono disponibili molti temi WordPress diversi, quindi dovresti trovarne uno che soddisfi le tue esigenze fornendo allo stesso tempo un’ottima esperienza utente in termini di velocità di caricamento della pagina.

Pertanto, alcuni dei temi WordPress più veloci disponibili possono migliorare significativamente le prestazioni del tuo sito web.

Fattori a lungo termine da considerare

Oltre ai punti precedenti, ecco alcuni altri fattori da considerare quando si tratta di successo SEO a lungo termine.

Monitora le prestazioni del tuo sito web e migliora il tuo CWV

Questo dovrebbe essere fatto regolarmente per garantire che il tuo sito web funzioni senza intoppi.

Sono disponibili vari strumenti e servizi che possono aiutarti a monitorare le prestazioni del tuo sito web.

Eseguire frequenti controlli di Google PageSpeed ​​Insights è un buon modo per monitorare le prestazioni del tuo sito web.

Inoltre, non dimenticare gli altri Core Web Vitals (CWV). Come gruppo, lavorano insieme per fornire un quadro olistico della performance.

Come puoi superare il test PageSpeed ​​Insights di Google per posizionarti più in alto?

Scopri come ottimizzare per l’ultimo segnale di ranking di Google in modo che i tuoi siti web si carichino più velocemente che mai

Fattori come il Largest Contentful Paint (LCP), Spostamento cumulativo del layout (CLS)e First Input Delay (FID) aiutano notevolmente a diagnosticare e risolvere potenziali problemi del sito web.

Capire da cosa è composto ciascun elemento e come può essere migliorato è fondamentale. Ad esempio, ci sono aspetti specifici del Cumulative Layout Shift (CLS) che dovresti conoscere e migliorare. Questi aspetti aumenteranno collettivamente la velocità complessiva della pagina.

Puoi leggere ulteriori informazioni su come migliorare i tuoi Core Web Vitals complessivi qui. Osservare le prestazioni del tuo sito web in modo olistico aiuterà a garantire che tutti gli aspetti lavorino insieme per fornire la migliore esperienza utente possibile.

Esegui controlli frequenti del sito web

Eseguire regolarmente controlli del sito web è un modo eccellente per garantire che il tuo sito web funzioni senza intoppi.

È anche un buon modo per trovare e risolvere eventuali problemi di prestazioni che potrebbero esistere.

L’esecuzione di un audit del sito Web in cinque semplici passaggi implica:

Raccolta dei dati del sito web

Ciò comporta la raccolta di dati sul tuo sito web, come la dimensione della pagina, il numero di richieste e il tempo di risposta.

Questi dati possono essere raccolti utilizzando vari strumenti, come Google PageSpeed ​​Insights e Test pagina Web.

Identificazione dei problemi del sito web

Una volta raccolti tutti i dati, dovrai identificare eventuali problemi del sito web.

Questi possono includere la presenza di malwarerisorse che bloccano la visualizzazione, pagine lente, opportunità mancate e problemi di memorizzazione nella cache.

Risoluzione dei problemi del sito web

La risoluzione dei problemi del sito Web può comportare l’ottimizzazione delle immagini, la minimizzazione di script e stili, il caricamento di file in modo asincrono, la modifica del tema WordPress o l’utilizzo di una CDN.

Verifica della risoluzione dei problemi del sito web

Puoi verificare che i problemi del sito web siano stati risolti eseguendo nuovamente un controllo del sito web.

Creazione di un rapporto sui risultati

Un report dei risultati può essere utilizzato per aiutarti a monitorare l’avanzamento del tuo sito web nel tempo.

Questi passaggi dovrebbero aiutarti a identificare e risolvere eventuali problemi di prestazioni che potrebbero esistere sul tuo sito web.

Conclusione

Seguendo i passaggi contenuti in questo articolo, puoi migliorare il tuo punteggio di Google PageSpeed ​​Insights e far funzionare il tuo sito web in modo più fluido.

Ricordati di monitorare regolarmente le prestazioni del tuo sito web e di apportare le modifiche necessarie.

Ciò contribuirà a garantire che il tuo sito web funzioni senza intoppi, offra un’ottima esperienza utente e che i tuoi sforzi SEO non vengano sprecati.