Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Come migliorare i Core Web Vitals: un’ultima…

Come migliorare i Core Web Vitals: un'ultima...

Gestisci un sito web su WordPress? Vuoi migliorare la tua esperienza utente migliorando la tua esperienza sulla pagina? Se sì, allora questo articolo è per te.

All’inizio di agosto 2021, Google lo ha annunciato esperienza sulla pagina diventerebbe uno dei fattori di ranking della ricerca. Per questo, Google ha avviato Segnali Web fondamentali metriche per i proprietari di siti web per aiutarli a migliorare l’esperienza utente e la qualità dei loro siti web.

Quindi, se vuoi sapere come migliorare l’esperienza dei tuoi visitatori e aumentare le tue possibilità di posizionarti più in alto sui motori di ricerca, allora sei nel posto giusto. In questa guida imparerai come migliorare e potenziare Google Core Web Vitals per il tuo sito Web WordPress.

Ma prima di approfondire, scopriamo cosa sono i Google Core Web Vitals.

Cosa sono i Core Web Vital di Google?

Google Core Web Vitals è un’iniziativa di Google basata su una serie di metriche sulle prestazioni del sito Web per misurare e migliorare l’esperienza dell’utente. Questi punteggi vitali per il web si concentrano sulle prestazioni complessive del sito e su come il tuo sito offre un’esperienza utente di alta qualità invece di concentrarsi solo sull’intero tempo di caricamento del sito web.

Anche se il tuo sito web si carica velocemente, potrebbe non essere completamente funzionante o visibile ai tuoi utenti, con conseguente esperienza utente negativa. Gli utenti si preoccupano della velocità con cui possono interagire con qualsiasi pagina web, ed è questo che misurano le metriche Core Web Vitals.

Per fare ciò, Google menziona tre Core Web Vitals:

  • Pittura con contenuto più grande (LCP).
  • Ritardo primo ingresso (FID)
  • Spostamento layout cumulativo (CLS)

Queste metriche sono le più importanti affinché il tuo sito web fornisca un’esperienza utente migliore.

Forse questi nomi ti sembrano tecnici o confusi, ma non preoccuparti! Sono abbastanza facili da capire e spiegherò ogni metrica con un metodo di facile comprensione. Voglio darti una migliore comprensione del significato di ciascun Core Web Vital e del suo impatto in modo che tu possa Utilizzare questi Core Web Vitals per i siti WordPress.

Pittura con contenuto più grande (LCP)

IL Pittura con contenuto più grande (LCP) misura la velocità con cui il contenuto principale, solitamente la sezione hero o l’immagine in primo piano del tuo sito web, è visibile ai tuoi utenti. Il contenuto principale o si può dire l’elemento LCP, è diverso per ogni sito. Sì, anche per le versioni mobile e desktop. Gli elementi LCP possono essere immagini, contenuto o descrizione.

Hai visitato un sito web e hai notato che la prima immagine principale (solitamente a sezione degli eroi) non è stato caricato. Come ti sentiresti come visitatore? Naturalmente lascerai questo sito Web e andrai su un altro sito Web. Ecco perché la metrica Largest Contentful Paint è strettamente correlata all’esperienza dell’utente e una metrica essenziale dei Core Web Vitals per i siti WordPress.

Come puoi vedere nell’immagine sopra, le soglie di Google per il tempo LCP sono:

  • Bene – Inferiore o uguale a 2,5 secondi
  • Ha bisogno di miglioramento – Inferiore o uguale a 4,0 secondi
  • Povero – Più di 4,0 secondi.

Ritardo primo ingresso (FID)

Ritardo primo ingresso (FID) misura il tempo che intercorre tra l’interazione dell’utente e l’elaborazione dell’evento. Semplicemente, FID indica il momento in cui un utente fa clic su un collegamento al momento in cui il browser inizia a elaborare l’evento. L’interazione potrebbe essere un clic sul collegamento, un pulsante di invito all’azione (CTA) o l’invio di un modulo.

Quando un utente compila un modulo e fa clic sul pulsante di invio, quanto tempo impiega il tuo sito per elaborare l’evento e inviare correttamente il modulo? Questo è ciò che misura il First Input Delay (FID); la velocità con cui il tuo sito web elabora le interazioni.

JavaScript influisce pesantemente sul primo ritardo di input. Ecco perché è complicato ottimizzare la metrica FID di Core Web Vital per i siti WordPress.

Secondo Google, il tempo di First Input Delay (FID) rientra in queste categorie:

  • Bene – Inferiore o uguale a 100 ms
  • Ha bisogno di miglioramento – Inferiore o uguale a 300 ms
  • Povero – Più di 300 ms.

Spostamento cumulativo del layout (CLS)

Ti è mai capitato che un sito web cambi layout o caratteri mentre stai leggendo? E quando stai per fare clic da qualche parte sul sito web, cambia posizione? Queste modifiche infastidiscono l’utente e offrono un’esperienza utente terribile.

Cumulative Layout Shift (CLS) è una delle metriche importanti di Core Web Vitals per i siti Web WordPress responsabile della misurazione della frequenza del cambiamento di layout che gli utenti di solito sperimentano su diversi siti Web.

Gli annunci sono i colpevoli comuni del problema CLS perché gli annunci vengono visualizzati in più dimensioni con dimensioni non specificate. Un esempio comune è un sito Web di notizie, in cui il contenuto dell’articolo cambia e il sito carica annunci ripetutamente e tu perdi la posizione durante la lettura.

Ecco i punteggi di Google per il CLS:

  • Bene – Inferiore o uguale a 0,1 secondi
  • Ha bisogno di miglioramento – Inferiore o uguale a 0,25 secondi
  • Povero – Più di 0,25 secondi.

Google offre i suoi popolari strumenti utilizzati per misurare i Core Web Vitals per i siti Web WordPress. Questi strumenti ti aiutano a diagnosticare e risolvere rapidamente i problemi relativi all’esperienza utente. Questi sono due strumenti per misurare i Core Web Vitals: Strumenti di laboratorio E Strumenti sul campo.

Come puoi vedere nell’immagine sopra, gli strumenti di Google misurano tutte e tre le metriche – LCP, FID e CLS – ad eccezione di Chrome DevTools e Lighthouse.

Chrome DevTools e Lighthouse utilizzano il file Tempo totale di blocco (TBT) in alternativa al First Input Delay (FID). Total Blocking Time (TBT) è una metrica delle prestazioni Lighthouse introdotta nel 2020 e fornisce solo dati di laboratorio, mentre il FID può essere misurato solo con i dati utente effettivi.

Ecco i cinque strumenti per misurare i Core Web Vitals sul sito WordPress:

  1. Faro
  2. PageSpeed ​​Insights
  3. Console di ricerca
  4. Estensione Web Vitals
  5. Web.Dev

Come testare il tuo punteggio Google Core Web Vitals

PageSpeed ​​Insights è il modo più semplice per testare Core Web Vitals per i siti Web WordPress. Ha solo bisogno dell’URL del tuo sito web, quindi inserisci semplicemente il file URL e fare clic su Analizzare pulsante.

Una volta che lo strumento di test PageSpeed ​​Insights ha analizzato a fondo l’URL, i principali parametri web vitali vengono visualizzati nella sezione “Dati campo”.

In alto, i dati del campo mostrano se questa pagina supera o meno la valutazione Core Web Vital. È possibile visualizzare tutti e tre i Core Web Vitals con i punteggi. È necessario migliorare i parametri vitali di base, tenendo presente i punteggi consigliati da Google, che sono:

  • Pittura con contenuto più grande (LCP) – 2,5 secondi
  • Ritardo primo ingresso (FID) – Meno di 100 millisecondi
  • Spostamento cumulativo del layout (CLS) – Meno di 0,1

Alla scoperta dell’elemento LCP con Pagespeed Insights

Come ho già detto, il Largest Contentful Paint (LCP) misura la velocità con cui i contenuti principali del tuo sito web sono visibili ai tuoi utenti. Per scoprire l’LCP, scorri verso il basso fino alla sezione di diagnostica nello strumento PageSpeed ​​Insights ed espandi la scheda dell’elemento Paint con contenuto più grande.

Qui troverai l’elemento HTML di contenuto più grande dipinto da Google.

Un elemento HTML presente sul desktop non deve essere necessariamente sul cellulare. L’elemento HTML nella versione mobile potrebbe differire dalla versione desktop, quindi è necessario ottimizzare il tempo LCP per entrambe le versioni del tuo sito web.

Alla scoperta di FID e TBT con Pagespeed Insights

Ricordare? Il First Input Delay (FID) misura il tempo che intercorre tra l’interazione dell’utente e l’elaborazione dell’evento.

Puoi vedere solo l’ora del FID nella sezione Dati campo perché il FID si basa sui dati utente effettivi. Il test PageSpeed ​​Insights è un test di laboratorio, motivo per cui non può mostrare il punteggio FID. Nella sezione Dati laboratorio vedrai a Tempo totale di blocco (TBT)un’alternativa a Primo ritardo di ingresso (FID).

Il tempo totale di blocco è direttamente proporzionale al FID. Più migliori il TBT, migliore sarà il tempo FID.

Alla scoperta degli elementi CLS con Pagespeed Insights

Riepilogo rapido: il Cumulative Layout Shift (CLS) è correlato a cambiamenti improvvisi nel contenuto del sito Web durante la ricerca nel sito e il caricamento di nuovi contenuti si sposta nel layout del sito.

Vai alla sezione Evita grandi spostamenti del layout nell’area Diagnostica e scopri l’elemento che causa spostamenti e influenza il punteggio del sito.

Come visualizzare il sito web completo Google Core Web Vitals?

Se stai controllando la pagina principale del tuo sito, puoi visualizzare tutte le pagine Core Web Vitals del sito Web WordPress facendo clic su “Mostra riepilogo origine” casella di controllo.

Per ottenere report ancora più dettagliati sui Core Web Vitals per i siti WordPress, puoi utilizzare il test di velocità del faro visitando Web.dev Strumento di misura, inserisci semplicemente il tuo URL e fai clic sul pulsante “Esegui controllo”. Riceverai un rapporto di audit dettagliato dei Core Web Vitals per il tuo sito Web WordPress.

Un altro modo per eseguire un test di velocità del faro è utilizzare il test integrato nel browser Google Chrome. Esegui il tuo sito web in Chrome, apri l’elemento Ispeziona (fai clic con il pulsante destro del mouse sullo schermo, quindi seleziona Ispeziona), scegli l’opzione Faro per le schede. Successivamente, fai clic su ‘Genera rapporto’ pulsante.

Come Migliorare i tuoi Core Web Vitals per WordPress

Adottando alcuni suggerimenti essenziali per l’ottimizzazione delle prestazioni, puoi facilmente migliorare i tuoi Core Web Vitals in WordPress. Quindi, esploriamo i suggerimenti uno per uno.

Ottimizza il tuo hosting WordPress

Il tuo hosting WordPress è la parte più importante delle prestazioni del tuo sito web. Puoi adottare molti modi tecnici e non tecnici per migliorare le prestazioni del tuo sito, ma se il tuo hosting non è buono, le tue tecniche di ottimizzazione potrebbero non valerne la pena.

Devi concentrare tutti i tuoi sforzi sulla crescita del tuo business, non sugli aspetti tecnici del server. Dovresti investire in un buon hosting WordPress perché fa risparmiare risorse umane, tempo e offre prestazioni migliori. Inoltre, l’hosting WordPress offre molte funzionalità tra cui le più importanti sono:

  • Velocità più elevate
  • Cache lato server
  • Migliore sicurezza
  • Siti di stadiazione

DreamHost offre un plug-in della cache Breeze preinstallato con l’installazione di WordPress e la cache di Varnish sulla Piattaforma DreamHost. Entrambi ti aiutano a ottenere punteggi migliori di Core Web Vitals. Dai un’occhiata all’articolo DreamHost sull’hosting WordPress e scopri come ottenere un tempo di caricamento di 79 ms.

Scopri gli aspetti fondamentali del web dagli esperti

Guarda gli esperti analizzare i Core Web Vitals e ottimizzare le tue pagine web per primeggiare nelle classifiche di Google!.

Miglioramento del punteggio LCP (Largest Contentful Paint).

L’obiettivo dell’utente è visualizzare contenuti utili il più velocemente possibile sullo schermo. Quanto più veloce sarà il caricamento del contenuto, tanto più alto sarà il tuo punteggio LCP. Come ho già detto, puoi trovare l’elemento di contenuto più grande nella sezione Diagnostica dello strumento PageSpeed ​​Insights. Vedrai gli elementi considerati per il punteggio LCP.

Se l’elemento più grande è il testo, puoi migliorare il contenuto suddividendolo in più paragrafi e titoli.

Se i file multimediali rappresentano l’elemento più grande nel punteggio LCP, puoi provare a convertire le immagini più grandi in immagini più piccole. Si consigliano immagini di dimensioni di file più piccole poiché le immagini di dimensioni più grandi richiedono più tempo per essere caricate e aumentano le dimensioni della pagina.

Ecco i plugin che puoi utilizzare per ottimizzare le tue immagini per ottenere un punteggio migliore di Core Web Vitals per il sito Web WordPress:

  1. EWWW Ottimizzatore di immagini
  2. Ottimizzatore di immagini ShortPixel
  3. Imagify: ottimizza le immagini e converti WebP
  4. WP Compress – Ottimizzatore di immagini [All-In-One]
  5. Smush: carica lentamente le immagini, ottimizza e comprimi le immagini

Consulta la nostra guida su come ottimizzare le immagini WordPress utilizzando WP Compress.

Miglioramento del punteggio del primo ritardo di input (FID).

Il consiglio più importante per ottenere punteggi FID migliori è utilizzare l’hosting WordPress gestito, poiché la maggior parte delle piattaforme di hosting WordPress gestite dispongono di impostazioni della cache integrate che aiutano ad accelerare il processo dell’evento.

Un altro modo semplice per migliorare il punteggio FID è applicare la tecnica JavaScript differito sul tuo sito Web WordPress. Rende le tue pagine web visualizzate più velocemente senza attendere il caricamento di JavaScript. Puoi utilizzare plugin di cache che forniscono l’opzione JavaScript differito.

In questa guida, sto utilizzando il file Plug-in Breeze Cache (un plugin gratuito per tutti gli utenti di WordPress). Una volta installato e attivato il plug-in, vai al file Impostazioni WordPress > Brezza; nella scheda Opzioni avanzate, vedrai “Sposta i file JS nel piè di pagina” E “File JS con caricamento differito” opzioni, inserisci l’URL del file JS e fai clic sul pulsante Salva modifiche per memorizzare le modifiche.

Il tuo sito non deve attendere il caricamento di JavaScript. Ciò migliorerà il punteggio del primo ritardo di input (FID) e sarà utile per migliorare i Core Web Vitals per il sito Web WordPress.

Miglioramento del punteggio CLS (Cumulative Layout Shift).

Il Cumulative Layout Shift (CLS) è legato ai cambiamenti improvvisi del contenuto e allo spostamento di altri elementi sullo schermo.

Innanzitutto, è necessario verificare gli elementi che influenzano il CLS. Per questo, hai una sezione Diagnostica nello strumento PageSpeed ​​Insights in cui puoi trovare gli elementi che devono essere corretti per migliorare i Core Web Vitals per WordPress.

Le cause più comuni di un CLS scadente potrebbero essere le immagini senza dimensioni adeguate, i video incorporati e le pubblicità. Quindi, la soluzione è utilizzare gli attributi di larghezza e altezza sulle immagini e sugli elementi video.

Il modo per identificare gli attributi di dimensione dell’immagine è ispezionare l’immagine facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla schermata del browser. Fai clic sui diversi elementi della pagina per vedere il loro codice sorgente e controlla tutte le immagini se le immagini hanno attributi di dimensione corretti o meno.

Elimina gli elementi che bloccano il rendering

Gli elementi di blocco del rendering sono file statici, come file HTML, CSS, JavaScript che sono importanti per il processo di rendering di una pagina web. Questi file hanno script e questi script possono impedire ai visitatori di vedere il contenuto.

Lo strumento Page Speed ​​Insights identifica gli elementi che bloccano il rendering. In genere, questi elementi vengono creati dai file JavaScript e CSS del plug-in del tuo sito Web WordPress e da strumenti di terze parti come Google Analytics. Questi elementi influiscono sui Core Web Vitals complessivi per i siti Web WordPress e influiscono anche sull’esperienza dell’utente.

Di seguito sono riportate le migliori pratiche per ridurre il numero di script che bloccano la visualizzazione sul tuo sito web:

  • Minimizza JavaScript e CSS – Rimuovi tutti gli spazi bianchi e i commenti non necessari.
  • Concatena il tuo JavaScript e CSS – Combina i diversi file JavaScript in un unico file principale e fai lo stesso con i file CSS.
  • Posticipare il caricamento di JavaScript – Forza i file JavaScript ad attendere finché tutto il resto della pagina non è pronto.

Ecco i plugin che possono eliminare gli elementi di blocco del rendering:

  1. Brezza di DreamHost
  2. WP Razzo
  3. Ottimizzazione automatica

Per eliminare gli elementi di blocco del rendering, sto utilizzando un plugin Breeze. Per prima cosa installa e attiva il plugin Breeze Cache, poi vai alle impostazioni di WordPress, clicca su Breeze. Nella scheda Opzioni di base, vedrai un’opzione di minimizzazione; abilitare la minimizzazione HTML, CSS e JavaScript e salvare le impostazioni. Dopo aver apportato le modifiche, sto nuovamente attraversando la fase di test per verificare il miglioramento di Core Web Vitals per WordPress.

Per rinviare il caricamento di JavaScript, consulta l’intestazione “Miglioramento del punteggio FID (First Input Delay)” sopra in questo articolo.

Utilizza la CDN per migliorare i Core Web Vitals per WordPress

La CDN consente all’utente di caricare file del sito Web come immagini e script dai server più vicini. Aiuta anche a ridurre il carico sul tuo sito. CDN è una rete di server dislocati in tutto il mondo. Sono disponibili molti servizi CDN di terze parti per i siti Web.

Diamo un’occhiata ad alcuni provider CDN di terze parti:

  1. CDN Cloudflare
  2. KeyCDN
  3. Amazon Cloud Front
  4. CDN77

Se sei un DreamHost utente, puoi sfruttare la partnership di DreamHost con Cloudflare e attivare il componente aggiuntivo Cloudflare Enterprise CDN che offre funzionalità CDN di livello aziendale.

Avvolgendo!

Quando si parla di velocità dei siti web, il fatto è che a nessuno piacciono i siti web che si caricano lentamente, nemmeno al motore di ricerca Google. Con l’aiuto di questo articolo, puoi comprendere i fondamentali web vitals per WordPress e migliorare le prestazioni del tuo sito web seguendo i suggerimenti forniti. Se desideri conoscere ulteriori suggerimenti sull’ottimizzazione del sito Web, consulta l’articolo DreamHost su 23 suggerimenti per velocizzare un sito WordPress e ottenere prestazioni migliori.