Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Come installare Magento Google Cloud (gestito + …

Come installare Magento Google Cloud (gestito + ...

Come installare Magento su Google Cloud (metodi gestiti + manuali)

Quando gestisci un’attività di e-commerce di successo, la scelta del tuo hosting può fare la differenza.

Sia che tu stia navigando attraverso hosting condiviso, server dedicati o cloud, il vero MVP spesso risulta essere l’hosting cloud.

Uno dei principali fornitori di servizi cloud è Google Cloud Engine (GCE). Ruba i riflettori, soprattutto quando si ha a che fare con Magento e altre applicazioni basate su PHP.

Vantando un impressionante tempo di attività garantito del 99,99%, non c’è da stupirsi che i proprietari e gli sviluppatori di negozi di e-commerce Magento preferiscano GCE.

In questo blog tratteremo sia i metodi gestiti (DreamHost) che manuali per l’installazione di Magento Google Cloud, consentendoti di gestire un’attività di e-commerce di successo senza sudare troppo.

Perché dovresti ospitare il tuo negozio Magento su Google Cloud Engine?

Sebbene esistano numerosi vantaggi per Magento su Google Cloud Engine, di seguito sono riportati alcuni motivi principali per considerare l’utilizzo di Magento Google Cloud Hosting:

Tempo di attività

Uno dei motivi più popolari per Utilizzare l’hosting Magento Cloud è il tempo di attività che fornisce. I server GCE si interrompono raramente, garantendoti un tempo di attività del 99,99% senza intoppi.

Velocità

La velocità è uno dei requisiti di base per i negozi web di successo basati su Magento. I negozi Magento ospitati sui server cloud GCE sono estremamente veloci e completamente ottimizzati per le massime prestazioni. Ecco alcune statistiche sulle prestazioni di rete riportate da ServerDensity.

Affidabilità

Il GCE è la spina dorsale di vari servizi e prodotti offerti da Google. Ospitando il tuo Magento su Google Cloud, ottieni un’infrastruttura molto affidabile e moderna per il tuo negozio di e-commerce.

Semplicità

Google Cloud Engine è facile da usare, con un’interfaccia simile al noto sito web di Google. Ciò rende le transazioni online fluide per i clienti. La semplicità influisce positivamente sulle prestazioni aziendali, attirando i clienti verso siti Web facili da navigare.

Scalabilità

Con GCE, puoi facilmente gestire facilmente aumenti di traffico imprevisti. Quando ritieni che le risorse del server si stiano esaurendo, puoi ridimensionare rapidamente il tuo server GCE utilizzando le funzionalità di ridimensionamento disponibili sulla Piattaforma cloud. È un’operazione con 1 clic e non devi preoccuparti degli indirizzi IP poiché rimarranno intatti.

Ora che ho discusso dei vantaggi dell’hosting di Magento su Google Cloud, parliamo delle sfide.

Perché scegliere DreamHost per ospitare Magento su GCE?

DreamHost ti fa risparmiare tempo prezioso installando Magento con un solo clic. Inoltre, la piattaforma viene fornita con:

Ottimizza la velocità di Magento come un professionista

Iscriviti ora e ricevi un eBook gratuito nella tua casella di posta.

Grazie

Il tuo eBook è in arrivo nella tua casella di posta.

Avvia Magento su Google Cloud Engine (GCE) con DreamHost [Easy Method]

Puoi avvia il tuo server GCE con DreamHost in pochi clic e senza complicazioni. Potrai goderti un design dell’interfaccia utente intuitivo, una console ricca di funzionalità e numerose altre funzionalità integrate.

Segui i passaggi seguenti per iniziare con il tuo Magento Store su Google Cloud.

  • Seleziona Magento dal menu a discesa e dai un nome al tuo server, applicazione e progetto.
  • Seleziona GCE dalle opzioni di infrastruttura cloud disponibili.
  • Scegli la dimensione del server in base al traffico del tuo negozio. Successivamente, seleziona la larghezza di banda e le dimensioni di archiviazione per il database e i file dell’applicazione.

Seleziona la posizione del server più vicina al tuo pubblico. Una volta terminato, premi il pulsante Avvia ora per distribuire Magento su Google Cloud.

Installazione di Magento 2 su Google Cloud tramite Composer [Manual Method]

A differenza del metodo DreamHost di cui abbiamo parlato in precedenza, l’approccio manuale è notevolmente più tecnico e prevede l’esecuzione di numerosi comandi. Tuttavia, i passaggi seguenti descrivono il processo manuale per la configurazione di Magento sull’hosting Google Cloud.

Vai su Google Cloud Platform e configura un account

  • Inizia andando su Google Compute Engine e scegliendo le istanze VM. Il tuo hosting Google Cloud può essere trovato nella sezione Istanze VM.
  • Per avviare la configurazione di un nuovo negozio Magento, fai clic sul pulsante “Crea”. Se disponi già di un negozio esistente, puoi scegliere di “importarlo” utilizzando il servizio di migrazione. In caso di dubbi, accedi all’assistenza di Google Cloud facendo clic sul pulsante “Avvio rapido”.

Ai fini di questo articolo, inizierò da zero.

Crea una nuova istanza Google Cloud

Per creare una nuova istanza, specificare i seguenti dettagli:

  • Nome istanza: fornire un nome per l’istanza.
  • Regione e zona: scegli la regione e la zona in cui intendi ospitare il tuo negozio Magento. Scegli una posizione vicina al tuo pubblico di destinazione per ridurre al minimo la latenza e migliorare i tempi di risposta del server.
  • Configurazione/Risorse della macchina: definisci le risorse necessarie per ospitare ed eseguire con successo il tuo negozio Magento. Specificare il numero di CPU, RAM, spazio di archiviazione e altri dettagli tecnici. Nel mio caso, ho selezionato un ambiente Linux e ho optato per il sistema operativo Ubuntu per l’installazione. Sentiti libero di scegliere qualsiasi altra distribuzione Linux in base alle tue preferenze.
  • Accesso API e firewall: imposta l’accesso API e configura le impostazioni del firewall per la tua applicazione.

  • Dopo aver specificato tutti i dettagli per la creazione dell’istanza, fare clic sul pulsante “Crea”.

Installa gli strumenti prerequisiti Magento su Google Cloud Server

  • Dovrai eseguire tutti i comandi menzionati nella guida all’installazione nel terminale SSH per installare gli strumenti di configurazione Magento richiesti sull’hosting Google Cloud:
  • Per visualizzare tutte le directory nel server sul terminale SSH, utilizzare il seguente comando:

ls -al

  • Questo comando genererà un elenco di directory nel server Google Cloud.

Passaggio 1: accedi come utente root

Per iniziare, accedi come utente root utilizzando il seguente comando:

sudo su

Dopo aver eseguito questo comando, verrai indirizzato alla directory home/ubuntu, confermando il tuo accesso come utente root.

Passaggio 2: aggiorna il tuo server con gli strumenti più recenti

Nel passaggio successivo, aggiorna il tuo server con gli strumenti più recenti utilizzando il seguente comando:

apt-ottieni aggiornamento

Questo comando aggiornerà e aggiornerà l’elenco degli strumenti sul tuo server.

Passaggio 3: configurazione di Lamp (Linux, Apache, Mysql/MariaDB, PHP) per Magento

Procedi con la configurazione dell’ambiente LAMP (Linux, Apache, MySQL/MariaDB, PHP) per Magento utilizzando il seguente comando:

sudo apt-get install apache2 php libapache2-mod-php mysql-server php-mysql

Questo comando installerà tutti i file necessari per PHP, MySQL e Apache, assicurando che il tuo ambiente Magento disponga dei componenti richiesti.

Per finalizzare la configurazione LAMP, eseguire il seguente comando:

apt-get installa php7.2-gd

(Scegli la versione PHP in base ai requisiti attuali della versione Magento)

apt-get installa php7.2-mcrypt

(Scegli la versione PHP in base ai requisiti attuali della versione Magento)

sudo a2enmod riscrittura

systemctl riavviare apache2

Passa alla directory Apache ed esegui i seguenti comandi per configurare il tuo hosting Google Cloud:

cd /etc/apache2/

Quindi, apri il file apache2.conf con l’editor di testo nano:

sudo nano apache2.conf

Premi Ctrl + W per avviare una ricerca e cerca il termine “Indici” nel file di configurazione.

Sostituisci “Nessuno” con “tutto” (come mostrato nell’immagine seguente):

Dopo aver apportato le modifiche necessarie nel file apache2.conf, premi Ctrl + X, quindi premi “Y” per confermare le modifiche e premi “Invio” per salvare il file.

Successivamente, riavvia i servizi Apache con il seguente comando:

systemctl riavviare apache2.service

Una volta riavviati i servizi, vai alla directory root pubblica e clona Magento 2 da GitHub:

cd /var/www/html

Ora sei nella directory in cui puoi clonare Magento 2.

Esegui i seguenti comandi per clonare il repository Magento 2 da GitHub e navigare nella directory clonata:

git clone https://github.com/Magento/Magento2.git cd Magento2

Questi comandi scaricheranno il codice sorgente di Magento 2 dal repository GitHub specificato e cambieranno la directory corrente nella directory Magento2.

Per installare le dipendenze necessarie utilizzando Composer, esegui il comando seguente:

installazione del compositore

Se riscontri un errore simile a quello mostrato nell’immagine seguente, fornisci i dettagli del messaggio di errore in modo che io possa aiutarti a risolverlo.

Nel mio caso, ho provato a eseguire il seguente comando:

apt-get installa php7.2-bcmath

Questo comando installa il pacchetto php7.2-bcmath, che potrebbe risolvere l’errore riscontrato.

Ho riscontrato nuovamente lo stesso errore durante l’installazione di Composer utilizzando il comando compositore install.

Se riscontri ancora difficoltà con l’installazione di Composer, come mostrato nello screengrab fornito, prova a risolvere il problema eseguendo il seguente comando:

sudo apt-get installa php-soap

Questo comando installa il pacchetto php-soap, che potrebbe risolvere l’ostacolo riscontrato durante l’installazione di Composer.

Dopo aver eseguito con successo il comando sudo apt-get install php-soap, ho eseguito nuovamente il comando di installazione del compositore. Questa volta sono riuscito a installare Composer.

Per finalizzare la configurazione di Magento e garantire l’installazione dei file richiesti, modifica i permessi della cartella utilizzando i seguenti comandi:

chmod -R 755 /var/www/html/Magento2/ chmod -R 777 /var/www/html/Magento2/var/ chmod -R 777 /var/www/html/Magento2/pub/ chmod -R 777 /var/ www/html/Magento2/app/etc chmod -R 777 /var/www/html/Magento2/generated

Questi comandi impostano le autorizzazioni necessarie per le directory specificate. Una volta terminato, riavvia il servizio Apache per applicare le modifiche:

Riavvio del servizio sudo apache2

Questo riavvio è un passo importante perché altrimenti mancherà l’estensione php e il processo di installazione di Magento non potrà procedere.

Passaggio 4: impostare il database

Nel passaggio 4, procedi con la configurazione del database accedendo a MySQL utilizzando il seguente comando:

mysql -u root -p

Questo comando ti consente di accedere a MySQL con l’utente root e ti richiede di inserire la password quando viene eseguito.

Una volta che sei nel terminale MySQL, esegui il comando seguente per creare il database Magento.

creare database magento;

Questa sequenza di comandi crea un database denominato “magento”, stabilisce un utente “magento” con la password “magento”, concede tutti i privilegi sul database “magento” all’utente “magento”, scarica i privilegi per applicare le modifiche e quindi esce dal terminale MySQL.

Ora il tuo database è stato creato. Per controllare il tuo database, esegui questo comando:

MOSTRA DATABASE;

Ora, per creare un utente e concedere i privilegi necessari, esegui i comandi seguenti:

crea utente magento IDENTIFICATO DA ‘magento’; CONCEDI TUTTO SU magento.* A magento@localhost IDENTIFICATO DA ‘magento’; privilegi di flush; Uscita;

Installa e configura Magento su GCE

Passa al tuo indirizzo IP pubblico:

Per continuare con la configurazione di Magento, copia e incolla il seguente URL nella barra degli indirizzi del tuo browser, sostituendo “xx.xxx.xxx.xx” con l’effettivo indirizzo IP o dominio del tuo server e aggiungendo “/Magento2/setup”:

http://xx.xxx.xxx.xx/Magento2/setup

Questo URL ti indirizzerà al processo di configurazione di Magento nel tuo browser web. Segui le istruzioni visualizzate sullo schermo per completare l’installazione di Magento.

Se incontri la seguente schermata, indica che sei pronto per installare Magento su Google Cloud. Congratulazioni!

Il primo passo nel processo di installazione di Magento è il Readiness Check, in cui vengono convalidati i dettagli PHP e i requisiti di autorizzazione dei file.

In questa sezione troverai i dettagli del database creati nei passaggi precedenti per Magento su Google Cloud.

Ora procedi con la configurazione del dominio del negozio e del dominio di amministrazione per il tuo negozio Magento.

Personalizza i dettagli fondamentali del tuo negozio in base alla tua regione preferita.

Inserisci le tue credenziali di amministratore preferite per il negozio Magento. Tieni presente che queste credenziali serviranno come informazioni di accesso per accedere al pannello di amministrazione di Magento.

Infine, controlla tutti i dettagli evidenziati di seguito.

Dopo la corretta installazione dello store Magento, ecco gli screenshot che mostrano sia il frontend che il backend Magento.

PS: confido che questo fornisca una prospettiva chiara sul motivo per cui ho scelto DreamHost per ospitare Magento sul server Google Cloud.

Visualizzazione del negozio frontend

Visualizzazione del pannello di amministrazione back-end

Pensieri finali

Ci auguriamo che tu abbia trovato utile questa guida sull’installazione di Magento Google Cloud. DreamHost fornisce la piattaforma di hosting Magento più conveniente per i server cloud GCE.

Per coloro che sono interessati a ospitare i propri siti sul cloud con velocità incredibilmente elevata e prestazioni ottimizzate di prim’ordine, GCE gestito da DreamHost è una soluzione praticabile.

Puoi testare e distribuire le tue app sugli ambienti di test preconfigurati di DreamHost e sperimentare i migliori risultati possibili per i tuoi negozi di e-commerce basati su Magento.

Domande frequenti

Q.1: Quali sono i vantaggi di Magento Google Cloud?

Uno degli ottimi motivi per scegliere Magento Google Cloud è la sua semplicità che potenzia anche il motore di ricerca. Ospitare il tuo Magento su Google Cloud offre molte funzionalità che garantiscono la stabilità dei tuoi negozi online.

Q.2: Qual è il modo più semplice per ospitare su Magento Google Cloud?

Ospitare il tuo Magento su Google Cloud non è un gioco da ragazzi. Tuttavia, su DreamHost, è molto semplice ospitare Magento su Google Cloud anche se non sei esperto di tecnologia perché offre un’installazione Magento con 1 clic.

Q.3: Quanto costa Magento 2 Google Cloud con DreamHost?

Poiché Magento 2 è una potente piattaforma di e-commerce per mantenere le sue prestazioni, ti consigliamo di iniziare con un server di almeno 4 GB o superiore per soddisfare i nostri requisiti di prestazioni gestite. Questo ti costerà $ 0,1172 all’ora o $ 84,36 al mese.

D.4: In che modo Magento su Google Cloud può avvantaggiare i negozi di e-commerce rispetto ad altri fornitori di infrastrutture disponibili sulla piattaforma DreamHost?

Di seguito sono riportati i punti che rendono il GCP più compatibile tra i diversi fornitori di infrastrutture cloud:

  • GCP è più economico di Amazon.
  • Il contendente più grande e potente per Amazon.
  • I processi di backup/ripristino GCP sono un po’ più lenti rispetto ad Amazon.
  • AWS offre processi di backup/ripristino rapidi
  • Durante l’hosting del tuo Magento su Google Cloud, il budget allocato per la larghezza di banda potrebbe essere superiore rispetto ad altri fornitori di infrastrutture cloud.