Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Come correggere l’errore “Metodo 405 non consentito” in…

Come correggere l'errore

Correggere l’errore 405 Metodo non consentito può essere frustrante, poiché è necessario eseguire più processi di risoluzione dei problemi per risolvere e trovare la causa. Qui abbiamo trattato nove semplici modi per aiutarti a correggere l’errore 405 Metodo non consentito del tuo sito WordPress.

Prima di risolvere il problema, si consiglia di eseguire il backup del database e del sito. Nel caso in cui qualcosa vada storto durante la modifica di file o cartelle, sarai comunque in grado di ripristinare l’intero sito.

Qual è l’errore Metodo 405 non consentito?

Un errore 405 Metodo non consentito indica che un browser Web ha richiesto l’accesso a una delle pagine Web, ma il server ha rifiutato la richiesta; pertanto, il browser non può accedere alla pagina web richiesta. Quando ciò accade, il tuo sito web mostrerà ai tuoi visitatori il messaggio 405 Metodo non consentito.

A differenza della maggior parte degli altri codici di risposta HTTP nella categoria 4xx (lato client), l’errore 405 Metodo non consentito è considerato un problema lato server. Ecco alcune delle varianti comuni che indicano che il tuo sito è stato interessato dall’errore 405:

  • 405 Non Consentito
  • Metodo 405 non consentito
  • operazione non permessa
  • Errore HTTP 405
  • Metodo errore HTTP 405 non consentito
  • Metodo HTTP 405 non consentito
  • Errore 405 Metodo non consentito

Perché si verifica l’errore 405 Metodo non consentito?

Il metodo 405 non consentito è piuttosto misterioso. Indica cosa è successo al tuo sito ma non perché è successo, rendendo difficile individuarne la causa e correggere l’errore. Ci sono molteplici ragioni per questo; plugin o temi mal codificati, cache di navigazione, sito non aggiornato, ecc. Leggiamo altri motivi di questo errore nella sezione successiva e come risolverli facilmente.

Correggi l’errore “Metodo 405 non consentito” in WordPress

Per aiutarti a correggere l’errore 405 Metodo non consentito in WordPress, ho spiegato il problema e le sue soluzioni più comuni.

  1. Torna alla versione recente del tuo sito WordPress in esecuzione
  2. Controlla se hai inserito l’URL corretto
  3. Disattiva plugin e temi
  4. Verifica eventuali modifiche impreviste del database
  5. Esamina i log lato server
  6. Conferma la configurazione del tuo server
  7. Imposta i permessi del file
  8. Eseguire il debug del codice o degli script dell’applicazione
  9. Svuota la cache del browser
  10. Controlla i record A
  11. Contatta il supporto del tuo hosting

1. Torna alla versione recente del tuo sito WordPress in esecuzione

I backup svolgono un ruolo fondamentale in caso di problemi o errori. È un modo semplice per correggere errori come 403, 404 e altri.

Molte buone società di hosting, come DreamHost, offrono backup automatizzati per le tue applicazioni. Pertanto, se il tuo provider di hosting dispone di backup automatici, torna alla versione in esecuzione precedente se riscontri un errore 405 Metodo non consentito.

2. Controlla se hai inserito l’URL corretto

Potrebbe essere possibile che tu abbia inserito un URL errato che causa l’errore 405 Metodo non consentito sul tuo sito WordPress. Pertanto, controlla il tuo URL per confermare di non aver digitato in modo errato la pagina/sito/URL da visitare. Molti proprietari di siti non consentono alle persone di visitare pagine sbagliate e URL errati per motivi di sicurezza.

3. Disattiva plugin e temi

I plugin migliorano la funzionalità e l’esperienza del tuo sito WordPress, mentre i temi ne migliorano il valore estetico. Tuttavia, se sono in conflitto tra loro o con il tuo sito WordPress, possono verificarsi errori.

Se hai recentemente installato o aggiornato un plugin/tema e sospetti che questo possa essere il nocciolo del tuo problema, disattivali. Per questo, vai a Dashboard WordPress > Plugin > Tutti i plugin E Disattivare ciascun plug-in. Quindi visita nuovamente il tuo sito WordPress. Hai trovato il colpevole se il problema è stato risolto per il tuo URL disattivando qualsiasi plug-in. In caso contrario, esegui lo stesso per il tuo tema WordPress.

Se non hai accesso alla dashboard di WordPress, puoi farlo tramite FileZilla. Apri FileZilla e aggiungi le credenziali del tuo server (IP, nome utente e password). Allora vai a public_html cartella > contenuto wp cartella > e cambia il nome della cartella dei plugin in qualcosa come “xyzplugins”. Controlla se il problema è stato risolto.

Se il tuo URL inizia a funzionare, ripristina il nome della cartella da “xyzplugins” a “plugins”. Apri la dashboard di WordPress e attiva ciascun plug-in per verificare quali plug-in causavano il problema.

4. Verificare eventuali modifiche impreviste del database

I plugin aggiornano il tuo database. Controlla se le tue tabelle vengono modificate dopo aver disattivato o rimosso il plugin nel passaggio precedente. Puoi controllare le tabelle DB tramite un’opzione di avvio del database sulla tua Piattaforma di hosting. Successivamente, puoi diagnosticare e cercare manualmente le tabelle.

Con DreamHost, puoi verificarlo facilmente dal Gestore della banca dati.

5. Esaminare i registri lato server

Analizzare i log del server/applicazione è una pratica eccellente per saperne di più su qualsiasi problema. Ti aiuterà ad analizzare le richieste dinamiche, i problemi riscontrati, le risorse statiche, le Informazioni dettagliate sul processo, l’utilizzo della memoria e della CPU e altro ancora.

Se stai eseguendo la tua applicazione su DreamHost, puoi visualizzare i tuoi registri con pochi clic. C’è una sezione disponibile nel pannello Gestione applicazioni dove puoi controllare Accesso & Errore registri.

Il registro di accesso è diviso in Apache, Nginx e PHP. Da questa sezione è possibile visualizzare le richieste ed elaborare le informazioni.

I registri degli errori mostrano informazioni sugli errori riscontrati e sui potenziali problemi.

6. Conferma la configurazione del tuo server

Ogni applicazione WordPress viene eseguita su un server web e quelle consigliate da WordPress.org sono Apache e Nginx. Se non sei sicuro di quale server web stai utilizzando, controlla i file dell’applicazione. Un file .htaccess significa che stai eseguendo il tuo sito web su un server web Apache; d’altra parte, un file nginx.conf significa che sei con Nginx.

Il file .htaccess si trova in applicazioni//public_html e si trova nginx.conf in /usr/local/etc/nginx.

Successivamente, apri il file di configurazione del tuo server web (.htaccess per Apache e nginx.conf per Nginx) tramite editor di testo e cerca le direttive Rewrite. Crea una copia del file del tuo server web (per precauzione) e se vedi una regola di riscrittura “R = 405”, commenta quella regola aggiungendo “#” (inizio) per verificare se il problema è stato risolto o meno.

7. Imposta i permessi del file

A volte, a causa di un’errata configurazione dei permessi del file, potresti riscontrare un errore 405. Quindi è necessario impostare l’autorizzazione del file su 755 per le cartelle e 644 per i file. Puoi impostare l’autorizzazione del file dal client FTP come FileZilla o, se sei un utente DreamHost, reimpostare semplicemente l’autorizzazione del file/cartella da Pannello Gestione applicazione > Impostazioni applicazione.

8. Eseguire il debug del codice o degli script dell’applicazione

Potrebbe essere possibile che tu abbia aggiunto del codice personalizzato che genera l’errore 405 sul tuo sito web. È necessario creare un sito Web di staging e avviare manualmente il debug per trovare la causa dell’errore 405 Metodo non consentito.

9. Svuota la cache del browser

Se hai eseguito tutte le azioni di risoluzione dei problemi di cui sopra e riscontri ancora l’errore 405 Metodo non consentito sul tuo sito WordPress, svuota la cache, i cookie e la cronologia del browser. Oppure apri l’URL del tuo sito in modalità di navigazione in incognito.

Uno dei metodi sopra indicati potrebbe aver risolto il problema, ma la cache potrebbe farti riscontrare ancora il problema 405.

10. Controllare i record A

Uno dei motivi che possono causare errori 405 nel tuo WordPress sono i dettagli impropri del tuo Domain Name System (DNS). Devi assicurarti che i tuoi record A puntino il tuo nome di dominio e i sottodomini a un indirizzo IP dedicato. Le impostazioni del tuo DNS dipendono dal provider di hosting che stai utilizzando.

Se sei un utente DreamHost, puoi fare riferimento al seguente video per mappare il tuo dominio e gestire i record DNS.

11. Contatta il supporto di hosting

Se tutto il processo di risoluzione dei problemi sopra descritto non ti ha aiutato a risolvere il problema, allora è un buon passo condividere la tua richiesta con il supporto di hosting e risolvere il problema o trovare la causa del motivo per cui stai riscontrando l’errore 405 Metodo non consentito. La maggior parte dei buoni provider di hosting offre chat dal vivo o assistenza tramite ticket per aiutarti a risolvere i problemi del tuo sito.

Riepilogo

I modi per risolvere l’errore 405 sono tanti e possono variare da sito a sito. Ho trattato gli 11 metodi più semplici per correggere l’errore 405 Metodo non consentito e spero che questo articolo ti abbia aiutato a risolvere il problema. Se conosci un altro metodo di risoluzione dei problemi, condividilo nella sezione commenti qui sotto.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!