Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

Blogger vs WordPress: qual è quello giusto per te?

Il seguente articolo ti aiuterà: Blogger vs WordPress: qual è quello giusto per te?

Sei indeciso tra la scelta di WordPress o Blogger per il tuo blog?

Come blogger esperto, posso dire con sicurezza che la piattaforma che sceglierai avrà un enorme impatto sul successo del tuo blog.

Sebbene entrambe le piattaforme di blogging offrano una gamma di funzionalità e design, WordPress si distingue come l’opzione più potente e personalizzabile.

Ho visto in prima persona come WordPress abbia aiutato innumerevoli blogger a creare una forte presenza online e a far crescere il proprio pubblico.

Con WordPress avrai accesso a una gamma infinita di temi, plugin e opzioni di personalizzazione che ti consentiranno di creare un blog che rifletta veramente il tuo marchio personale.

So che avere un blog unico e visivamente accattivante è essenziale per attrarre e fidelizzare i lettori.

Le potenti funzionalità SEO di WordPress lo rendono la scelta perfetta per i blogger che desiderano migliorare il posizionamento nei motori di ricerca e aumentare il traffico verso i propri siti.

Conosco i dettagli dell’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca e WordPress rende questo processo semplice e diretto.

Nel complesso, se stai cercando una piattaforma potente e flessibile che ti permetta di portare il tuo blog al livello successivo, WordPress è la scelta più ovvia.

Credimi, ho visto come questa piattaforma può trasformare un blog in un fiorente business online.

Confronto tra Blogger e WordPress

Due delle principali piattaforme per blog basati su testo pesante sono Blogger e WordPress, che offrono entrambe un gran numero di design e funzionalità, che possono essere travolgenti per i blogger alle prime armi.

Sebbene entrambi offrano funzionalità accattivanti, la migliore piattaforma di blogging per un blogger principiante potrebbe non essere la migliore per un blogger avanzato. Un altro fattore cruciale che dovresti tenere a mente è lo scopo del blog.

Se desideri raggiungere un vasto pubblico e tenere traccia dei tuoi visitatori e delle statistiche, potresti non Utilizzare la stessa interfaccia di un blogger che vuole semplicemente rimanere in contatto con amici e familiari e creare una presenza online come un modo per creare un sito virtuale. album o diario online.

Nonostante tutte le loro somiglianze, WordPress e Blogger presentano molte differenze notevoli. Queste differenze possono influenzare il modo in cui gestisci il tuo sito. Allora, quale va bene per te?

In questa guida daremo uno sguardo approfondito a ciò che WordPress e Blogger hanno da offrire. Quando stai cercando di capire quale piattaforma utilizzare, devi analizzare cosa offre ciascuna e vedere come si confronta con le tue esigenze. Il nostro obiettivo è scoprire come si sovrappongono queste due piattaforme in modo che tu possa ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno per decidere sul tuo futuro blog.

A proposito di Blogger

Il servizio Blogger è stato avviato nel 1999 da Pyra Labs. Sebbene fosse molto popolare a quei tempi, fu solo quando Google iniziò ad acquistarla nel 2003 che le cose cominciarono a migliorare.

Nel 2006, tutti i blog sono stati trasferiti sui server di Google e integrati nell’ecosistema più ampio dell’azienda, il che ha solo contribuito a stimolare un’ulteriore crescita.

Google ha inoltre integrato in Blogger molte funzionalità essenziali per la monetizzazione. Ciò include Google AdSense, Analytics e altro ancora.

Secondo recenti statistiche, Blogger viene utilizzato da circa l’1,4% dei siti web con noti sistemi di gestione dei contenuti. Ciò corrisponde a circa l’1% di tutti i siti web pubblicati sul web. Blogger è spesso il punto di riferimento per i blog personali grazie alla sua accessibilità. Come sempre, è gratuito. Puoi anche ospitare il tuo blog gratuitamente tramite il sottodominio blogspot.com.

A proposito di WordPress

WordPress è, di gran lunga, la piattaforma più popolare sul web. È una piattaforma open source che può essere utilizzata per creare qualsiasi cosa, dai negozi online ai siti Web privati. Attualmente, i siti WordPress costituiscono circa il 30% di tutti i siti attivi su Internet! Ciò è impressionante considerando che è stata fondata nei primi anni 2000.

C’è una certa confusione su ciò che offre WordPress. Sebbene siano spesso usati in modo intercambiabile, i servizi che ottieni da WordPress.com sono molto diversi da quelli di WordPress.org.

WordPress, di per sé, è un sistema di gestione dei contenuti. Questo è ciò che troverai su WordPress.org. Devi ospitare il tuo blog con una società separata. Tuttavia, WordPress.com offre blog ospitati con un sottodominio WordPress.

In questa guida tratteremo l’opzione di self-hosting di WordPress.org. Offre maggiore flessibilità ed è il più popolare dei due.

Blogger contro WordPress

Ora che sai di più su queste piattaforme di blogging, tuffiamoci e vediamo come si confrontano. Ci sono molti fattori da considerare quando si sceglie una piattaforma con cui lavorare. Abbiamo identificato quelli più importanti e confrontato il modo in cui queste due piattaforme si confrontano.

Facilità d’uso

La facilità d’uso può creare o distruggere una piattaforma di blogging. La maggior parte dei blogger non ha una grande conoscenza della codifica, il che può rendere i sistemi più complessi una grande seccatura da gestire. Anche i più piccoli dettagli possono influenzare l’esperienza dell’utente. Vuoi concentrarti sulla costruzione del tuo marchio e sulla crescita del tuo pubblico, quindi è sempre una buona idea utilizzare una piattaforma facile da usare indipendentemente dalla tua esperienza nel mondo dei blog. Fortunatamente, entrambe le piattaforme funzionano molto bene per attirare un vasto pubblico con diversi livelli di abilità

Blogger: Blogger ha un’interfaccia utente incredibilmente snella. È elegante, moderno e facile da individuare. Una volta effettuato l’accesso con il tuo account Google, non ci vorrà molto per iniziare a costruire il tuo sito. Alcune conoscenze di base sull’HTML miglioreranno l’esperienza complessiva, ma Blogger ha alcune funzionalità grafiche integrate per rendere le cose più semplici.

WordPress: WordPress è anche facile da scegliere. Tuttavia, è necessaria un po’ di conoscenza in più per sfruttare tutto ciò che la piattaforma ha da offrire. Puoi installare un’ampia gamma di plugin e script personalizzati sul tuo sito Web WordPress. C’è una piccola curva di apprendimento. Ma WordPress lo rende facile da capire. Finché sai come utilizzare un computer, l’interfaccia punta e clicca ti guiderà attraverso il resto.

Controllo dei contenuti

Ora passiamo al controllo che hai sui contenuti che crei. Con entrambe le piattaforme, puoi pubblicare quasi tutto ciò che desideri. Tuttavia, esistono alcune differenze nella proprietà di tali contenuti. Anche se costruisci il tuo sito da zero, ciò non significa necessariamente che puoi farlo come preferisci. Ciò può avere un impatto significativo sulle operazioni del sito e sulla monetizzazione.

Blogger: se crei il tuo blog su questa piattaforma, è di proprietà di Google. Ricorda che il servizio è fornito gratuitamente dalla più grande azienda tecnologica al mondo. I siti gratuiti sono archiviati sui server di Google. Possiedono tutto il contenuto e sono liberi di farne ciò che vogliono. In generale, la maggior parte dei blogger non ha problemi con il servizio. Tuttavia, legalmente, Google ha tutto il diritto di eliminare il tuo sito o di implementare restrizioni su ciò che puoi fare. Questo può essere una grande svolta per alcuni.

WordPress: WordPress è il chiaro vincitore in questa categoria perché possiedi tutto ciò che pubblichi. WordPress è un software open source. Il tuo sito deve essere pubblicato con un provider di hosting di terze parti. Non importa da chi vai, questo contenuto è solo tuo. Puoi monetizzare il tuo sito come preferisci e chiuderlo ogni volta che vuoi passare a qualcos’altro. A parte i termini di servizio della tua società di hosting, non ci sono restrizioni di cui preoccuparti

Creare un sito web

Per i blogger alle prime armi, il processo di creazione di un sito Web da zero può essere molto scoraggiante. Una programmazione complessa può rendere difficile trasformare le tue idee in realtà. WordPress e Blogger sono progettati per semplificare la creazione di siti Web.

Blogger: per avviare il tuo sito con Blogger bastano pochi clic. Puoi accedere alla piattaforma utilizzando le tue credenziali Google esistenti. Da lì, tutto ciò che devi fare è aprire il costruttore del sito web e iniziare. Il builder ha molti temi tra cui puoi scegliere. C’è anche un sistema drag and drop facile da usare per una personalizzazione completa. Anche aggiungere contenuti al tuo blog è molto semplice. Non è necessario implementare HTML grezzo. Basta toccare le icone di stile come se stessi scrivendo un’e-mail. L’HTML verrà tradotto automaticamente in modo che tu possa vedere come apparirà il tuo sito senza alcuna codifica complicata.

WordPress: anche creare un nuovo blog WordPress è molto semplice. Come Blogger, sono disponibili strumenti di creazione drag-and-drop e temi semplici. La cosa bella di WordPress è che non sei limitato a un solo tipo di costruttore di siti web. Poiché si tratta di una piattaforma open source e di un sistema di gestione dei contenuti, sei libero di utilizzare qualsiasi builder di terze parti desideri. Questo può aprire un mondo di possibilità quando si tratta di creare il tuo nuovo blog.

Temi azionari e opzioni di design

Come per qualsiasi cosa relativa ai contenuti digitali, l’estetica generale del tuo sito gioca un ruolo enorme nel successo. Avere un sito web ben progettato può attirare nuovi visitatori. Inoltre, migliora l’esperienza utente dei tuoi lettori, il che può portare a visite ripetute e ad un aumento del tempo di navigazione.

Blogger: probabilmente hai già familiarità con i temi Blogger disponibili. La piattaforma non ha molte opzioni tra cui scegliere. I temi disponibili tendono ad essere piuttosto semplici e sono stati utilizzati da migliaia di altri siti. Puoi personalizzare leggermente i temi utilizzando HTML e CSS. Puoi anche modificare il posizionamento di elementi specifici tramite il costruttore del sito web.

Nel complesso, Blogger non ti dà la massima libertà quando si tratta di aspetto. Le funzionalità disponibili non sono all’altezza degli standard moderni di oggi.

WordPress: D’altra parte, WordPress ti offre molte opzioni di personalizzazione. Sul sito sono disponibili più di 7.000 modelli gratuiti. Meglio ancora, queste funzionalità sono suddivise in diverse categorie. Puoi eseguire una semplice ricerca in base all’argomento del tuo sito. Che tu gestisca un semplice blog o che tu sia nelle fasi iniziali dell’implementazione dell’aspetto e-commerce del tuo sito, non avrai problemi a trovare un tema adatto. Tutti i temi WordPress sono bellissimi e utilizzano principi di design moderni per rendere il tuo blog fresco.

Se non riesci a trovare il tema giusto dalla selezione di temi gratuiti, sono disponibili anche temi premium. Questi hanno un costo aggiuntivo, ma offrono qualcosa di unico. Inoltre, puoi collaborare con sviluppatori di terze parti per ottenere un tema premium. Oppure puoi creare il tuo tema utilizzando il nostro costruttore di siti web. In definitiva, WordPress ti dà il controllo completo sull’aspetto del tuo sito. Per questo motivo, WordPress è la soluzione migliore per coloro che danno priorità all’estetica rispetto a tutto il resto.

Flessibilità

L’apparenza non è l’unica cosa di cui devi preoccuparti. I siti web moderni sono molto più che semplici luoghi in cui visualizzare contenuti digitali. Dovrebbe essere interattivo e coinvolgente. Esistono diversi modi per rendere il tuo sito davvero unico. Tuttavia, le tue opzioni dipenderanno interamente dalla piattaforma di blogging che scegli.

Blogger: su Blogger non troverai tante opzioni di personalizzazione quante ne trovi su WordPress. Blogger mira a fornire alle persone un modo semplice per pubblicare contenuti pesanti. Pertanto, la piattaforma è molto limitata in ciò che puoi fare.

Ci sono alcuni strumenti e widget utili che puoi aggiungere al tuo sito. Puoi implementare annunci, moduli di contatto, forum e altro con un clic. Poiché queste funzionalità sono progettate specificatamente per funzionare all’interno della piattaforma Blogger, non devi preoccuparti di problemi di compatibilità o di prestazioni.

Sfortunatamente, lo svantaggio di queste funzionalità è che sono limitate. Non è così ricco di funzionalità come alcune delle alternative che puoi ottenere con WordPress. La cosa peggiore è che non ci sono alternative tra cui scegliere. Sei limitato a ciò che Blogger consente.

WordPress: uno dei motivi principali per cui WordPress è così popolare è che è incredibilmente flessibile. Sebbene sia utilizzata da circa il 30% dei siti sul Web, è difficile dire se i siti utilizzino la piattaforma. Questo perché la natura open source di WordPress ti consente di implementare tutti i tipi di funzionalità che soddisfano le esigenze del tuo pubblico.

I creatori di terze parti rendono sempre disponibili nuove funzionalità. Puoi implementare sistemi di e-commerce, widget divertenti, script personalizzati e una serie di altri componenti aggiuntivi.

I siti Web WordPress possono essere utilizzati con oltre 55.000 plugin gratuiti. Tutti questi plugin sono disponibili direttamente da WordPress.org. Naturalmente, puoi anche investire in plugin premium di sviluppatori di terze parti.

Caratteristiche di sicurezza

Funzionalità di sicurezza adeguate sono indispensabili nel panorama digitale di oggi. Negli ultimi anni gli attacchi di pirateria informatica, furto di identità e malware sono diventati molto diffusi. Di conseguenza, ci sono molte potenziali minacce alla sicurezza da cui è necessario proteggere il proprio sito.

Una serie di funzionalità proteggeranno il tuo duro lavoro dai danni. Scegliere una piattaforma di blogging sicura può dare tranquillità ai tuoi visitatori.

Blogger: la connessione di Blogger a Google presenta vantaggi e svantaggi. Quando si tratta di sicurezza, la tecnologia di Google è molto utile. Il Gruppo fa tutto il possibile per garantire che i server siano sicuri e in buone condizioni. Poiché il tuo nuovo blog verrà archiviato su quei server, puoi stare tranquillo sapendo che le cose sono al sicuro.

Non devi preoccuparti di creare backup, gestire risorse o investire in sistemi di sicurezza aggiuntivi. Tutti compresi. Ciò è particolarmente utile per i nuovi blogger. La facilità d’uso delle funzionalità di sicurezza di Blogger rende la piattaforma più user-friendly per coloro che stanno creando il loro primo blog.

WordPress: le cose sono leggermente diverse in WordPress. Nel complesso, WordPress è molto sicuro di per sé. Tuttavia, la piattaforma non dispone di funzionalità di sicurezza integrate per i suoi sistemi di sicurezza come fa Blogger. Questo perché è un’opzione self-hosted. Sei responsabile dell’implementazione dei tuoi protocolli di sicurezza.

Da un lato ciò garantisce una maggiore flessibilità. La maggior parte dei provider di web hosting offre funzionalità di sicurezza avanzate. I piani di hosting WordPress dedicati, in particolare, sono noti per essere alcune delle opzioni di hosting più sicure che puoi utilizzare. Di solito vengono forniti con certificati SSL gratuiti, firewall integrati e altro ancora.

Come se ciò non bastasse, puoi anche installare plugin di sicurezza nel tuo sito per una maggiore tranquillità. Esistono molte applicazioni per creare backup automatici o fornire un ulteriore livello di protezione firewall. In fin dei conti, WordPress ti offre livelli di controllo più elevati in termini di sicurezza. Svantaggi di questo sistema? Beh, devi pagare tu stesso le cose. Con un maggiore controllo, i costi iniziali e ricorrenti aumentano.

Servizio Clienti

Successivamente, parliamo dell’assistenza clienti. Supportare le piattaforme di blogging è un po’ difficile. Questi sono servizi gratuiti, quindi non otterrai lo stesso livello di aiuto che avresti con un’alternativa a pagamento. Tuttavia, ciò non significa che non potrai ottenere aiuto quando ne avrai più bisogno.

Blogger: Anche su Blogger.com potrebbe mancare il supporto. C’è un piccolo sistema di supporto all’interno del pannello amministrativo. Fondamentalmente si tratta di una barra di ricerca che ti collega a un database di tutorial e guide. Ciò non dovrebbe sorprendere, poiché il servizio gratuito non è in grado di supportare un reparto di supporto dotato di personale completo.

La società sta cercando di migliorare un po’ le cose. Blogger dispone di un forum utenti in cui le persone possono porre domande e ottenere aiuto. Naturalmente, a tutte le domande viene data risposta da altri utenti di Blogger. Pertanto, non vi è alcuna garanzia che le informazioni ottenute siano accurate.

WordPress: poiché la piattaforma WordPress è utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo, è molto più semplice ottenere aiuto. La community di WordPress è ampia e molto dedicata. Sul sito ufficiale, il forum rimane attivo e risponde a domande su qualsiasi cosa tu possa immaginare. Esistono pagine per quasi tutti i plugin o temi WordPress. Sebbene non sia la stessa cosa che avere un team di supporto dedicato, puoi ottenere molte ottime informazioni da quei forum attivi.

Se utilizzi un servizio WordPress a pagamento, avrai accesso a un team di supporto. Di solito, questo è gestito dall’azienda con cui lavori. Ad esempio, aziende come BlueHost offrono hosting WordPress dedicato. Nell’ambito di questo servizio è disponibile il supporto dedicato di esperti. Puoi ottenere lo stesso dagli sviluppatori di app di terze parti. Alcune aziende offrono persino il supporto WordPress come servizio autonomo.

Funzionalità di migrazione

Ad un certo punto in futuro, potresti voler spostare il tuo sito su un’altra piattaforma e provider di hosting per una maggiore flessibilità. È importante considerare come funziona il processo di migrazione del sito

Blogger: è possibile spostare il tuo sito blogger su un’altra piattaforma. Tuttavia, questo non è facile. L’azienda ti chiede di esportare i tuoi dati per spostarli altrove. A seconda delle dimensioni del tuo blog, questo può essere un processo molto lungo. Inoltre, il tuo sito rimarrà sui server di Google per un periodo di tempo indefinito dopo la tua partenza.

WordPress: non ci sono restrizioni sul trasferimento del tuo sito WordPress gratuito. Ricorda, possiedi tutti i tuoi contenuti. Pertanto, la piattaforma non ti limita in alcun modo. Puoi cambiare servizio di hosting o addirittura passare a un CMS diverso. Il processo è semplice e relativamente indolore.

WordPress vs Blogger: SEO

L’ottimizzazione dei motori di ricerca, o ottimizzazione dei motori di ricerca, può aiutarti ad attirare l’attenzione sul tuo sito. Questa tecnica di marketing mira a produrre una crescita organica modificando i contenuti in base a ciò che il tuo pubblico sta cercando. L’ottimizzazione dei motori di ricerca non è in alcun modo limitata alla tua piattaforma di blogging. Tuttavia, piccoli dettagli possono determinare se i tuoi sforzi avranno successo o meno.

Blogger: come accennato in precedenza, ogni blog Blogger può sfruttare gli strumenti integrati di Google. Google Analytics è uno degli strumenti SEO più potenti disponibili. Ti mostra cosa sta cercando il tuo pubblico e può aiutarti a trovare parole chiave da applicare ai tuoi contenuti. Per questo motivo, molte persone vedono Blogger come una scelta migliore per la SEO.

Tuttavia, c’è un ulteriore avvertimento da controllare. Il fatto che Google sia proprietaria dei tuoi contenuti può rendere molto difficile mantenere il tuo posizionamento SEO. Ad esempio, se dovessi lasciare la piattaforma Blogger e andare da qualche altra parte, lo stesso accadrebbe alle tue classifiche, ai tuoi follower e a qualsiasi altra cosa collegata al tuo sito. Devi ricominciare da capo nella tua nuova posizione.

WordPress: anche se WordPress potrebbe non avere tutte le funzionalità integrate di Blogger, puoi sfruttare le opzioni di terze parti. Molti sviluppatori dispongono di app e plugin incentrati sulla SEO. Questi strumenti funzionano all’interno della piattaforma WordPress per efficienza. Pertanto, puoi ottenere molte delle stesse cose che ottieni con Google Analytics. Inoltre, puoi portare con te il posizionamento nei motori di ricerca se decidi di lasciare la piattaforma.

Costi di gestione di un blog

Le piattaforme Blogger e WordPress sono completamente gratuite. Non avrai alcun costo per iniziare a sviluppare il tuo blog.

Ci sono però alcuni costi aggiuntivi che dovresti prendere in considerazione.

Blogger: Blogger è una piattaforma tutto in uno. Oltre a far parte del software in cui puoi creare il tuo blog, Blogger gestisce anche i compiti di hosting. Questo è ottimo per coloro che non vogliono spendere un centesimo per il lancio di un blog. La versione gratuita viene fornita con un sottodominio blogspot.com. Se desideri il tuo dominio, dovrai acquistarlo separatamente dal registrar e collegarlo al tuo sito Blogger.

Sebbene il servizio gratuito possa essere interessante per alcuni, non è eccezionale per coloro che sono seriamente intenzionati a far sì che i propri siti abbiano successo. A Blogger mancano molti degli strumenti necessari per ottenere traffico ed visibilità.

WordPress: WordPress è anche una piattaforma di blogging gratuita. Tuttavia, dovrai pagare per il tuo hosting e il tuo nome di dominio personalizzato. I costi ricorrenti dipenderanno interamente dalla tua società di hosting. Alcuni provider di hosting, come BlueHost, offrono piani molto convenienti che includono un dominio gratuito durante il primo anno. Costa solo pochi dollari al mese e include tantissimi fantastici componenti aggiuntivi per ottenere il massimo dal tuo sito.

Anche se usare WordPress ti costerà un po’ di soldi, le cose che ottieni valgono i costi aggiuntivi. Hai un maggiore controllo sul tuo sito, permettendoti di crescere e monetizzare come meglio credi.

Conclusione

Nel complesso, Blogger e WordPress hanno molto da offrire. Chiunque ha accesso a piattaforme facili da usare e che possono essere adattate per soddisfare le vostre crescenti esigenze. L’opzione migliore per te dipenderà interamente dai tuoi obiettivi finali.

Se stai cercando di condividere le tue idee e creare contenuti interessanti, Blogger potrebbe essere la soluzione che stai cercando. È una piattaforma senza fronzoli che si concentra sulla fornitura di ottimi contenuti digitali.

Tuttavia, non ha caratteristiche sufficienti per una crescita sostenibile. Se vuoi monetizzare il tuo blog e continuare a far crescere il tuo pubblico, WordPress è la strada da percorrere.

Con migliaia di plug-in disponibili, le possibilità creative sono infinite.

Un blog WordPress self-hosted ti darà un maggiore controllo sull’aspetto, sulla sensazione e sui contenuti che puoi pubblicare sul tuo blog, oltre a darti l’indipendenza per Guadagnare denaro bloggando su più piattaforme pubblicitarie e di marketing di affiliazione.

Avrai anche il tuo nome di dominio che sembrerà più professionale rispetto al sottodominio blogspot.com che puoi ottenere da blogger.

Determina le tue esigenze

A seconda della tua esperienza di blogging e del tipo di blog che desideri avviare, sia Blogger che WordPress sono buone opzioni per principianti ed utenti esperti. Sebbene Blogger sia in circolazione da più tempo di WordPress, così com’è, il sito non è cambiato molto nel corso degli anni da quando è stato acquistato da Google.

È popolare tra i blogger che desiderano creare un diario o un diario online per evidenziare momenti importanti, come vacanze in famiglia, viaggi all’estero e matrimoni.

Analisi di facile utilizzo aiutano gli utenti a capire da dove proviene il loro traffico e gli utenti possono facilmente collegare i loro siti ai loro altri account Google.

Sebbene WordPress tenda ad essere più popolare tra gli utenti leggermente più avanzati, questo CMS si è rivolto anche agli utenti inesperti con il suo strumento di pubblicazione facile da usare e le istruzioni di configurazione passo passo; Tuttavia, le funzionalità del sito vanno oltre quelle di Blogger quando si tratta di opzioni avanzate e componenti aggiuntivi per i blogger più esperti.

Entrambe le piattaforme richiedono pochi investimenti (un vantaggio per i nuovi utenti che non vogliono investire molto tempo o denaro), sebbene WordPress ti dia la possibilità di passare a plugin più avanzati e temi all’avanguardia.

Se sei interessato a creare il tuo blog WordPress, dai un’occhiata al mio tutorial.

Assicurati di usufruire del nostro sconto extra sull’hosting da BlueHost a soli $ 2,95 al mese.

Il prezzo normale è di circa $ 7 al mese per l’hosting BlueHost, quindi devi prendere questo accordo adesso!

ti auguro il meglio!

Jimmy

Le due schede successive modificano il contenuto sottostante.

Mi chiamo Jamie Spencer e ho passato gli ultimi 10 anni a creare blog per fare soldi. Dopo essermi stancato del lavoro dalle 9 alle 5, del tragitto giornaliero e di non aver mai visto la mia famiglia, ho deciso che volevo apportare alcune modifiche e ho lanciato il mio primo blog. Da allora ho lanciato molti blog di nicchia di successo e dopo aver venduto il mio blog di sopravvivenza ho deciso di insegnare agli altri come fare lo stesso.