Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

4 origini dati interne per un’archiviazione dati efficace…

4 origini dati interne per un'archiviazione dati efficace...

“Quando i dati e le storie vengono utilizzati insieme, entrano in risonanza con il pubblico sia a livello intellettuale E livello emotivo”, spiega Jennifer Aaker. Questa citazione racchiude perfettamente il potere del data storytelling.

Siamo circondati da dati, ma è la storia che aggiunge significato ad essi, aiutandoci a ottenere insight e a capire perché quei dati sono importanti.

Un data storytelling efficace ti consente di trasmettere il tuo messaggio coinvolgendo il tuo pubblico e influenzando il processo decisionale. Ecco perché alfabetizzazione dei dati e lo storytelling sono competenze essenziali da possedere oggi.

Ora la domanda è: da dove prendi i dati?

Sebbene sia possibile ottenere dati disponibili al pubblico da fonti esterne come enti governativi, rapporti di settore e ricercatori, sono i dati interni a fare la magia. Perché? Perché è originale, unico e autentico.

Ecco uno sguardo a quattro origini dati interne per un data storytelling efficace.

1. Dati comportamentali

Secondo a Rapporto Galluple aziende che utilizzano insight comportamentali superano le loro concorrenti dell’85% in termini di crescita delle vendite e di oltre il 25% in termini di margine lordo.

Molti brand utilizzano già insight comportamentali per personalizzare l’esperienza dei clienti e migliorare l’acquisizione.

Perché non estrarre insight da tali dati per creare anche storie di dati avvincenti?

Hai accesso a dati comportamentali unici dei clienti che rivelano come le persone interagiscono con la tua attività. È possibile ottenere queste Informazioni da:

  • Il tuo sito web
  • Applicazione mobile
  • Sistema CRM
  • statistiche di Google
  • Analisi dei social media

Un marchio che fa bene questo è Spotify con la sua popolare recensione di fine anno, Wrapped. Alla fine di ogni anno, la piattaforma musicale raccoglie i dati degli ascoltatori e li presenta loro in un pacchetto accattivante. Gli utenti si divertono a conoscere il proprio comportamento di ascolto e spesso condividono screenshot sui social media. In modo simile, anche il settore sanitario si avvale dell’analisi dei dati e granularità dei dati al massimo livello.

2. Dati sulle vendite

I dati sulle vendite sono un’altra fonte di dati interna che appartiene esclusivamente al tuo marchio. Ciò rivela tendenze e modelli di acquisto che possono essere analizzati per tessere una narrazione interessante.

Ecco alcuni punti dati che puoi considerare durante l’analisi dei dati di vendita:

  • Le vendite di prodotti
  • Canali di vendita
  • Prodotti di tendenza
  • Modelli di acquisto nei mercati
  • Quota competitiva
  • Tendenze stagionali

Nel dicembre 2015, Airbnb ha utilizzato i dati sulle vendite per creare un video animato. Ha rivelato che oltre 1 milione di persone festeggeranno il Capodanno nelle case di Airbnb. Il marchio ha anche condiviso interessanti statistiche sulle migliori destinazioni per coppie, famiglie e anziani, tra gli altri.

3. Dati del sondaggio

A volte potresti avere difficoltà a scoprire informazioni interessanti dai dati esistenti. In questi casi, è una buona idea condurre un sondaggio e raccogliere dati su un argomento specifico.

Inizia stabilendo l’obiettivo del tuo sondaggio: vuoi ottenere feedback, fare ricerche di mercato o comprendere meglio il tuo pubblico? Ciò determinerà il tipo di sondaggio e le domande.

Dovresti Utilizzare un mix di domande a risposta chiusa e aperta per raccogliere dati quantitativi e qualitativi. Mentre i dati quantitativi ti aiutano a confrontare e misurare le metriche, i dati qualitativi ti consentono di scavare più a fondo e aggiungere più contesto alle risposte.

Zapier suggerisce di utilizzare quattro tipi di stili di domanda (e risposta):

  • Categoriale
  • Ordinale
  • Intervallo
  • Rapporto

Ecco un frammento di a infografica dei dati Venngage ha creato un progetto di visual content marketing dopo aver intervistato oltre 200 esperti di marketing.

4. Dati aziendali e dei dipendenti

Le origini dati interne non devono necessariamente essere correlate ai tuoi clienti. Puoi anche guardarti dentro e creare storie di dati sulla storia, le pietre miliari, la cultura o i dipendenti della tua azienda.

Quando condividi storie aziendali avvincenti con cui il tuo pubblico può connettersi emotivamente, aumenta la consapevolezza del marchio, crea fedeltà e anche vendite.

Non solo costruisce la reputazione del tuo marchio esternamente, ma migliora anche il marchio interno e ha un impatto positivo sul morale dei dipendenti.

Ad esempio, HubSpot ha pubblicato un rapporto sulla diversità negli ultimi cinque anni. Il rapporto fa luce sui dati globali dei dipendenti ed è un modo per onorare il loro impegno verso la diversità, l’inclusione e l’appartenenza.

Conclusione: utilizzare fonti di dati interne per migliorare lo storytelling

L’aspetto positivo delle origini dati interne è che non è necessario guardare troppo lontano. Sei già seduto su una miniera d’oro di dati preziosi che possono essere utilizzati per ispirare i tuoi dati sforzi di narrazione. Oltre a queste fonti, a volte in alcuni casi, utilizzando a generatore di dati sintetici è anche uno strumento efficace.

Raccogliendo approfondimenti da fonti di dati interne come dati comportamentali, dati di vendita e dati di sondaggi, le aziende possono acquisire una migliore comprensione del proprio pubblico di destinazione, consentendo loro di creare storie più efficaci, come spiega questo articolo. Mappatura dei dati è un processo cruciale per le aziende per sbloccare il vantaggio competitivo del marketing strategico del marchio e prendere decisioni basate sui dati. Attraverso la mappatura dei dati, le aziende possono ottenere informazioni preziose dai propri dati e migliorare le proprie prestazioni di marketing.

Detto questo, è fondamentale pulire i dati e scegliere i punti dati giusti che possano entrare in risonanza con il tuo pubblico e aggiungere valore alla storia.

×

Ricevi la nostra newsletter
Sii il primo a ricevere gli ultimi aggiornamenti e tutorial.

Grazie per esserti iscritto!