Technologie Gadgets, SEO Tipps, Geld Verdienen mit WEB!

23 suggerimenti per velocizzare il sito WordPress per una migliore…

23 suggerimenti per velocizzare il sito WordPress per una migliore...

Durante un audit tecnico, l’ottimizzazione della velocità di WordPress dovrebbe essere una priorità assoluta. Gli utenti abbandonano rapidamente le pagine con una scarsa velocità di caricamento, ma puoi Utilizzare numerosi strumenti online che offrono approfondimenti dettagliati sulle prestazioni di velocità del tuo sito web.

L’ottimizzazione della velocità di WordPress inizia con il tuo hosting WordPress. Il processo non è molto diverso da quello utilizzato per ottimizzare un sito web ospitato su un server condiviso o dedicato. Per questo motivo, potresti trovare alcuni degli strumenti menzionati di seguito, come Breeze, simili a quelli che hai utilizzato sul tuo sito web condiviso.

Perché dovresti velocizzare il tuo sito WordPress?

UN studio di Portent mostra che i siti che si caricano in 1 secondo convertono 3 volte di più rispetto ai siti che si caricano in 5 secondi. Renditi conto che con ogni secondo di ritardo stai perdendo traffico, clienti e, in ultima analisi, profitti.

Oltre a ciò, i visitatori non aspetteranno il caricamento del tuo sito web. Se è lento, se ne andranno. Probabilmente non tornerà mai più.

Per ulteriori prospettive, controlla queste statistiche:

  • Non rimbalzare ho scoperto che il 70% delle persone sono indotte ad acquistare se un sito si carica velocemente.
  • Google ha scoperto che la probabilità che un utente rimbalzi aumenta del 32% quando il tempo di caricamento della pagina passa da 1 a 3 secondi.

Quindi, non perdere la velocità. Un sito web non così bello potrebbe funzionare perfettamente. Ma un sito web lento significa affari lenti!

Segnali Web fondamentali

Core Web Vitals è il modo in cui Google valuta un sito. Utilizza queste metriche per capire che tipo di esperienza offri ai tuoi visitatori. Ad esempio, Google utilizzerà la velocità della pagina per analizzare se i tuoi utenti si sentono frustrati dal tempo di caricamento lento.

Core Web Vitals è suddiviso in tre elementi: Largest Contentful Paint (LCP), First Input Delay (FID) e Cumulative Layout Shift (CLS).

LCP misura il tempo impiegato dalla tua pagina per caricarsi dal primo clic del collegamento alla maggior parte dei contenuti. Puoi controllare l’LCP del tuo sito da Google PageSpeed ​​Insights o da Google Search Console. O qualsiasi altro strumento. Ecco come leggere l’intervallo di numeri LCP.

Allineare:

  • Da 0 a 2 secondi – Buono
  • Da 3 a 4 secondi – Necessita di miglioramenti
  • Da 5 a 6 secondi – Scarso

Il secondo Core Web Vital è il Primo Input Delay o FID. Questo misura il tempo impiegato da un utente per interagire con la tua pagina. Un’interazione potrebbe essere definita come la selezione di un menu, la compilazione di un modulo o la ricerca del prodotto preferito sulla barra di ricerca. Quindi, se il tuo sito web è altamente interattivo, questo è un importante Core Web Vital su cui dovresti lavorare.

Allineare:

  • Da 0 a 100 ms – Buono
  • Da 200 ms a 300 ms – Necessita di miglioramenti
  • Da 400 ms a 500 ms – Scarso

Spostamento cumulativo del layout o CLS misura la stabilità visiva della tua pagina durante il caricamento. In parole più semplici, se le immagini sulla tua pagina si spostano durante il caricamento della pagina, allora hai un problema CLS che deve essere risolto.

Allineare:

  • Da 0 a 0,1 – Buono
  • Da 0,1 a 0,25 – Necessita di miglioramenti
  • Da 0,25 a 0,3 – Scarso

Come Velocizzare il Sito WordPress (23 Consigli)

Per aumentare le prestazioni di caricamento dei siti WordPress non è mai necessario fare affidamento solo su uno o pochi elementi. Ci sono così tanti aspetti da soddisfare se vuoi offrire ai tuoi visitatori un’esperienza di caricamento estremamente veloce. Quindi, ecco una tabella che incapsula i punti elenco delle migliori pratiche da implementare per i diversi elementi del tuo sito Web WordPress.

Componenti Migliori pratiche
Contenuto → Effettua meno richieste HTTP
→ Evita reindirizzamenti
→ Minimizza HTML
→ Dai priorità ai contenuti visibili
→ Rendere AJAX memorizzabile nella cache
→ Ridurre il numero di elementi DOM
→ Ridurre al minimo il numero di iframe
→ Ridurre le ricerche DNS
→ Evita i 404
Biscotto → Riduci la dimensione dei cookie
→ Utilizza domini senza cookie per i componenti
CSS → Elimina i CSS che bloccano la visualizzazione dei contenuti outside the fold
→ Evita le espressioni CSS
→ Scegli su @Import
→ Rendi CSS esterno
→ Minimizza CSS
→ Evita i filtri
immagini → Ottimizza le immagini
→ Ottimizza gli sprite CSS
→ Non ridimensionare le immagini in HTML
→ Immagini del server in formato di nuova generazione
→ Rendi favicon.ico piccolo e memorizzabile nella cache
JavaScript → Elimina il JavaScript che blocca la visualizzazione dei contenuti outside the fold
→ Rendi JavaScript esterno
→ Minimizza JavaScript
→ Rimuovi gli script duplicati
→ Ridurre al minimo l’accesso al DOM
→ Sviluppare gestori di eventi intelligenti
Mobile → Mantieni i componenti sotto i 25KB
→ Comprimere i componenti in un documento multiparte
server → Ridurre i tempi di risposta del server
→ Utilizzare una rete per la distribuzione di contenuti (CDN)
→ Aggiungi intestazioni scadute o di controllo della cache
→ Abilita la compressione
→ Configura ETag

Non è necessario provare tutte queste soluzioni contemporaneamente per un sito Web WordPress più veloce. A seconda delle tue esigenze, puoi scegliere di utilizzarne solo alcuni. E sicuramente, dopo aver implementato le soluzioni di cui il tuo sito ha bisogno, non ti starai chiedendo “perché WordPress è così lento?”

Ora che hai riassunto la versione per velocizzare il tuo sito, vediamo nel dettaglio i 23 punti che puoi implementare e Migliorare la velocità del tuo sito WordPress. Diamo un’occhiata subito!

1. Scegli Hosting WordPress veloce

Onestamente, ottenere un hosting WordPress ottimizzato può risolvere la maggior parte dei problemi di prestazioni. Sfortunatamente, molte persone cercano di ridurre i costi con il proprio hosting e scelgono opzioni di hosting economiche o non ottimizzate. Di conseguenza, perdono visitatori, clienti e persino classifiche SERP.

La scelta dell’hosting WordPress ottimizzato per il tuo sito può essere un punto di svolta. Prendiamo come esempio Clodways. Può velocizzare notevolmente il tuo sito e caricarlo in meno di un secondo con uno stack tecnologico altamente avanzato con Apache, Nginx, Varnish, Redish e PHP-FPM. Inoltre, ottieni anche il CDN Cloudflare con un enorme sconto.

Quindi, è sempre meglio optare per una soluzione di hosting ottimizzata. E DreamHost offre anche la scalabilità automatica per i siti Web WordPress, il che significa che i tuoi siti non si bloccheranno quando il traffico aumenta. Invece, la dimensione del server aumenterà automaticamente per far fronte all’aumento del traffico.

L’hosting può svolgere un ruolo importante nel tempo di caricamento del tuo sito. Senza una buona soluzione di hosting, tutti i tuoi sforzi di ottimizzazione andranno praticamente sprecati.

In conclusione: Hosting veloce = WordPress veloce!

2. Installa un plug-in di memorizzazione nella cache efficace

Uno dei metodi più popolari per aumentare la velocità del tuo sito è utilizzare un plug-in di cache. Un plug-in di memorizzazione nella cache memorizzerà la visualizzazione finale del tuo sito per eventuali futuri visitatori. Ciò significa che il tuo WordPress non dovrà generarlo per ogni persona successiva che visualizza il sito. Questi dati possono includere codice HTML, JS e CSS, immagini, caratteri e file Flash.

Breeze migliora l’esperienza utente del tuo sito aumentando le prestazioni di un sito WordPress, riducendo i tempi di download e fornendo l’integrazione della rete di distribuzione dei contenuti con un clic.

Breeze è senza problemi Plug-in per la cache di WordPress che rimuove le complessità dei plugin di caching più apprezzati.

Caratteristiche:

  • Compatibile con WordPress, WooCommerce e WordPress Multisito.
  • Minimizzazione
  • Compressione Gzip
  • Supporta la vernice
  • Cache del browser
  • Raggruppamento di file statici
  • Ottimizzazione della base di dati
  • Esclusioni di file

Prima di scegliere e installare tu stesso un plug-in, chiedi al tuo provider di hosting se preferisce un particolare plug-in di memorizzazione nella cache.

Non sei sicuro di aver scelto l’host web giusto per il tuo sito? Prova il nostro calcolatore gratuito dei prezzi di hosting web e trova immediatamente l’opzione ottimale che meglio si adatta alle tue esigenze.

3. La rete per la distribuzione dei contenuti non ti deluderà

Un CDN (Content Delivery Network) è anche un’altra opzione importante per velocizzare il tuo sito WordPress. La CDN di WordPress offre tempi di caricamento migliori per il tuo sito web, indipendentemente dal tipo di sito che gestisci.

Potresti provare alcune ottime opzioni, CloudFlare e jsDelivr.

DreamHost Cloudflare CDN fornisce funzionalità di livello aziendale con integrazione con un clic con il tuo sito WordPress al costo di soli $ 4,99/mese/per dominio.

Caratteristiche:

  • CDN aziendale da 100 GB
  • Protezione DDoS prioritaria
  • Firewall intelligente (WAF)
  • Ottimizzazione dell’immagine con il polacco
  • Compressione Brotli
  • Ottimizzazione mobile con Mirage
  • Supporto SSL con caratteri jolly
  • Conformità PCI DSS
  • Supporto HTTP/3
  • Riservato agli IP DreamHost e al routing prioritario

Cloudflare offre anche il proprio piano gratuito di base, che include prestazioni veloci del sito, statistiche sui visitatori e protezione della sicurezza. Cloudflare utilizza una tecnologia chiamata Anycast, che indirizzerà i tuoi visitatori al data center più vicino. Opera in più di 28 data center in tutto il mondo.

Caratteristiche:

  • Ottimizzazione mobile
  • Una rete globale per servire DNS veloci
  • Analisi del traffico del tuo sito web
  • App per un sito più veloce, più sicuro e più semplice con un clic

jsDelivr è un prodotto gratuito che consente a qualsiasi sviluppatore di ospitare i propri file, come CSS, JavaScript, plug-in jQuery e caratteri. Cloudflare e

MaxCDN lo supporta.

4. Cerca plugin inattivi o plugin che non funzionano correttamente

Un altro modo per velocizzare il tuo sito WordPress è verificare se i tuoi plugin attuali funzionano correttamente. Plugin e strumenti a volte possono causare ritardi nel tuo sito web, rallentandone il caricamento.

Per fare i test, puoi procurarti un altro plugin. Si chiama Query Monitor. Questo plugin è gratuito e, una volta installato, segnalerà eventuali problemi di prestazioni del tuo sito web.

Se trovi plugin che rallentano il tuo sito web, rimuovili o prova a trovare altri plugin prestazionali per il tuo sito WordPress.

Inoltre, mantenere un gran numero di plugin attivi influirà sulla velocità del tuo sito WordPress.

5. Comprimi file multimediali

Il caricamento di immagini e video molto grandi rallenterà notevolmente il tuo sito WordPress. Per questo motivo, un’altra soluzione per velocizzare un sito WordPress è comprimere i file multimediali.

C’è un plug-in gratuito per WordPress che può ridurre automaticamente tutte le dimensioni dell’immagine, quindi non è necessario farlo ripetutamente per ogni immagine. In alternativa, puoi anche provare WP Compress, un eccellente plugin per l’ottimizzazione delle immagini.

In breve, file più piccoli consentiranno alle tue pagine di caricarsi meglio e i file multimediali compressi sono utili per l’ottimizzazione della velocità di WordPress.

6. Comprimi le dimensioni del tuo sito WordPress

Più piccola è la dimensione del tuo sito web, più velocemente verrà caricato.

La compressione GZip può ridurre la dimensione del contenuto del tuo sito web di circa il 70%. Un sito web, dopo essere stato compresso, si carica più velocemente a causa della riduzione della larghezza di banda.

La compressione GZip può essere eseguita semplicemente installando e attivando il plugin cache Breeze WordPress. Ti aiuterebbe a ottenere un buon voto in termini di prestazioni sugli strumenti di test del sito Web e ad accelerare il tuo sito WordPress.

7. Controlla se il sito web e il database si trovano nello stesso data center

Controlla se il tuo sito WordPress e il database si trovano nello stesso data center. La vicinanza è sempre importante quando si parla di hosting e server. Avere il sito Web e il relativo database nello stesso data center rende il processo di recupero dei post e di utilizzo del database più semplice e agevole, ottimizzando così le prestazioni del sito Web.

Per scoprire la posizione del tuo server, chiedi ai tuoi provider di hosting. A volte, le aziende mostrano anche le posizioni dei propri server durante il processo di registrazione.

8. Ottimizza la home page del tuo sito WordPress

Un’altra cosa che puoi fare per velocizzare il tuo sito WordPress è ottimizzare la tua home page. Fallo sembrare più semplice, senza contenuti raggruppati e widget o strumenti inutili.

Inoltre, non mostrare i post nella loro interezza. Puoi mostrare solo il primo paragrafo o un estratto specifico del testo. La visualizzazione di troppi post sulla stessa pagina potrebbe anche causare un tempo di caricamento più lungo.

Più la tua home page è pulita, più velocemente verrà caricata.

9. Aggiorna Aggiorna Aggiorna

Mantieni il tuo WordPress sempre aggiornato. Che si tratti di un plugin o di un tema, tieni presente che dovrebbero rimanere sempre aggiornati per ottenere le massime prestazioni e sicurezza. Se è disponibile un nuovo aggiornamento, prova a testarlo su un sito di staging di WordPress prima di applicarlo su un sito live.

Oppure, se desideri eliminare tu stesso il fastidio di rilevare, testare e distribuire gli aggiornamenti, puoi optare per un approccio automatizzato. Ciò comporterebbe l’installazione di un plug-in di terze parti o un approccio ancora più semplice sarebbe utilizzare il sistema integrato per gli aggiornamenti automatici del tuo provider di hosting, se ne ha uno.

Presso DreamHost, SafeUpdates è un componente aggiuntivo a soli $ 3 al mese che rileva, testa e distribuisce automaticamente gli aggiornamenti occupandosi dei backup e dei test sullo staging al volo.

10. Disabilita collegamento attivo

Hotlinking è un termine utilizzato quando un sito Web utilizza le risorse di un altro. Ad esempio, se qualcuno ha copiato un’immagine dal tuo sito, una volta caricato il suo sito web, caricherà l’immagine dal tuo sito web. Ciò significa che sta consumando larghezza di banda e risorse dal tuo server.

In parole più semplici, si può dire che l’hotlinking è una larghezza di banda goffa “uccisore”.

Per evitare tale dirottamento, devi solo inserire le righe seguenti nel tuo file .htaccess di WordPress.

RewriteEngine su RewriteCond %HTTP_REFERER !^$ RewriteCond %HTTP_REFERER !^http(s)?://(www\.)?EXAMPLE.com [NC]
RiscriviCond %HTTP_REFERER !^http(s)?://(www\.)?google.com [NC]
RiscriviCond %HTTP_REFERER !^http(s)?://(www\.)?feeds2.feedburner.com/EXAMPLE [NC]
RewriteRule \.(jpg|jpeg|png|gif)$ – [NC,F,L]

Come puoi vedere, abbiamo escluso Feedburnerimages in modo che possano apparire correttamente nei tuoi feed live.

11. Minimizza i file JavaScript e CSS

Se provi il tuo sito Web WordPress con Google PageSpeed ​​Insights o ySlow, verrà visualizzato un avviso per minimizzare i file JavaScript e CSS. È necessario ridurre le chiamate JS e CSS per ridurre i tempi di risposta del server e ridurre al minimo le dimensioni dei file. Riducendoli, noterai che la velocità di caricamento del sito diventa molto più veloce di prima. Questo alla fine ti aiuterà a risparmiare sull’utilizzo della larghezza di banda.

Esistono molti modi per minimizzare. Puoi farlo manualmente o utilizzando un plugin per la cache di WordPress, “Breeze”. Tuttavia, ci sono anche altri plugin, come Ottimizzazione automatica.

12. Usa il tema leggero

Ci sono molti temi brillanti e belli nel mercato WordPress. Ma non dimenticare, i temi con molti contenuti dinamici, widget, slider, barra laterale, ecc. possono far sì che il tuo server di hosting risponda lentamente.

Ottimizza sempre il tuo tema WordPress o utilizza un tema WordPress leggero. I temi WordPress predefiniti possono essere sufficienti se desideri gestire un sito Web di blog. Per ulteriori funzionalità, puoi utilizzare temi basati su Bootstrap e Foundation.

13. Revisioni dei Posti di Controllo

Senza dubbio, la revisione dei post è un’ottima funzionalità di WordPress. Ma non tutte le funzionalità sono fattibili per tutti. Ci sono pochi utenti con spazio su disco e database insufficiente.

Ogni volta che modifichi il contenuto nelle revisioni del post, una nuova copia del post viene salvata nel database anziché eliminare quella precedente. In modo che tu possa sempre avere la possibilità di tornare indietro. Aumenta la dimensione del database e un database di grandi dimensioni può causare molti problemi.

Puoi limitare la frequenza per salvare automaticamente un post. Dalla cartella principale della tua installazione WordPress, apri il file file wp-config con qualsiasi editor di file e scrivi uno qualsiasi dei codici seguenti prima del codice require_once(ABSPATH . ‘wp-settings.php’);

Limite post revisione:

definire (‘WP_POST_REVISIONS’, 3);

Limiterà il numero di revisioni a 3. Ciò significa che il tuo WordPress si limiterà a salvare solo tre revisioni.

Disabilita post-revisione:

definire (‘WP_POST_REVISIONS’, false);

Disabiliterà completamente la revisione dei post per il tuo sito WordPress. Non è la migliore pratica disabilitarlo completamente.

Aumenta l’intervallo di salvataggio automatico

define(‘AUTOSAVE_INTERVAL’, 300 ); // secondi

Puoi anche impostare la frequenza per il salvataggio automatico di un post. 300 secondi significa che il tuo post verrà salvato automaticamente ogni 5 minuti invece delle impostazioni predefinite.

14. Rimuovi widget inutili e pulsanti di condivisione social

Gli utenti di WordPress spesso si lasciano prendere la mano quando si tratta di widget. Gli utenti sentono che dovrebbero installarne il maggior numero possibile per rendere il loro sito web più funzionale, non sapendo che questi widget hanno un costo separato dal loro prezzo. I widget tendono a ingrossare il tuo sito web, il che si traduce in tempi di caricamento lenti poiché genera una quantità significativa di richieste sul front-end. Inoltre, ogni richiesta significa una chiamata aggiuntiva al database.

In questo caso, la soluzione migliore per velocizzare il tuo sito WordPress è ridurre al minimo i widget e utilizzare solo quelli di cui il tuo sito web ha realmente bisogno. Per altre funzionalità, puoi anche utilizzare i codici, un modo molto meno dispendioso in termini di risorse per rendere funzionale il tuo sito.

15. Riduci gli script esterni e le richieste HTTP

Temi e plugin sono spesso pieni di script esterni che richiedono varie risorse, tra cui JavaScript, CSS, caratteri e immagini.

Controllando il codice sorgente del sito web, ti imbatterai in alcuni script con cui non hai familiarità. Il modo migliore per velocizzare i tuoi siti Web WordPress è ridurre il maggior numero possibile di richieste HTTP esterne e ospitarle separatamente.

16. Ottimizza il database WordPress

Per ottimizzare la velocità di WordPress, devi ottimizzare il tuo database WordPress. Come il disco rigido del tuo computer, il tuo database WordPress si riempie di spazzatura di cui non hai bisogno. Un database WordPress non ottimizzato rallenta il tuo sito web nel tempo. La soluzione semplice è ripulirlo di tanto in tanto.

Puoi utilizzare un plug-in di ottimizzazione del database per pulire il tuo database WordPress o liberare manualmente il tuo database dalla spazzatura di cui non hai bisogno per velocizzare il tuo sito Web WordPress.

17. Riduci le chiamate al database e utilizza la cache del database

Molti temi WordPress sono codificati in modo inadeguato ed è molto probabile che ne utilizzi uno che invia chiamate non necessarie al database. In questo caso, è fondamentale sostituire eventuali chiamate PHP e database indesiderate con semplice HTML.

Redis e Memcached sono due meccanismi di memorizzazione nella cache che aiutano a velocizzare il tuo sito WordPress memorizzando nella cache tutte le richieste. In questo modo occorre meno tempo per soddisfare le richieste più frequenti.

18. Utilizza un database migliore o ospitalo separatamente

È fondamentale utilizzare un database affidabile per il tuo sito Web WordPress. MySQL è più comunemente utilizzato dai provider di hosting grazie alla sua affidabilità e prestazioni insieme a MariaDB e PostgreSQL.

Quando cambi host, è importante ricercare quale database stanno fornendo poiché è un fattore determinante per la velocità del tuo sito. Inoltre, se il tuo host supporta MariaDB, ti suggerirei di spostare lì il tuo database per una maggiore velocità.

19. Aggiunta di caratteri Google

Gli utenti di WordPress utilizzano spesso Google Fonts per i loro siti web grazie alla sua vasta libreria e al fatto che è ospitato separatamente su un server diverso, riducendo significativamente il carico del server.

Sebbene l’utilizzo di Google Fonts sia un ottimo modo per ravvivare il tuo sito Web, dovresti essere consapevole di come sfruttarlo al meglio per velocizzare il tuo sito Web WordPress.

Innanzitutto, devi assicurarti di precaricare Google Fonts per ottimizzare la velocità del tuo sito web. In secondo luogo, ti consigliamo sempre di ospitare i tuoi Google Fonts localmente, il che significa scaricare il file del carattere sul tuo sistema locale. Sebbene questo metodo non faccia affidamento su terze parti quando si utilizza un carattere, impedisce anche gli aggiornamenti automatici, quindi sarà necessario aggiornare i caratteri manualmente. Infine, utilizza il minor numero possibile di varianti di carattere perché più varianti di carattere utilizzi, più tempo impiegherà per il download.

20. Impaginare i commenti

I commenti sono una caratteristica comune, soprattutto per i blog WordPress. Se è popolare, è probabile che la sezione dei tuoi commenti comprenda centinaia di commenti che richiederanno risorse per essere caricati.

L’impaginazione dei commenti è una buona pratica per velocizzare il tuo sito WordPress. Consente agli utenti di caricare commenti su richiesta, quindi solo coloro che sono interessati alla sezione commenti potranno vederli. Puoi farlo accedendo a Impostazioni > Discussioni.

21. Impaginazione di contenuti di lunga durata

Oltre a impaginare i commenti, puoi anche impaginare contenuti di lunga durata per ridurre la lunghezza della pagina e caricarla rapidamente. Un altro vantaggio della suddivisione dei contenuti in pagine è che migliora la leggibilità e ne facilita la fruizione.

La maggior parte dei temi può impaginare il contenuto dal backend, ma se non riesci a trovarlo, apri semplicemente il file single.php nel tuo editor e aggiungi nel ciclo WP.

22. Immagini a caricamento lento

Il caricamento lento è una tecnica secolare per l’ottimizzazione della velocità di WordPress, in cui le immagini vengono caricate mentre l’utente scorre la pagina. L’idea è di non caricare tutti gli elementi della pagina contemporaneamente poiché ciò stresserebbe il server, con conseguenti tempi di caricamento più lenti. Piuttosto carica le immagini man mano che l’utente raggiunge la parte della pagina in cui è posizionata l’immagine.

Esistono numerosi plug-in di caricamento lento che è possibile utilizzare per implementare questa tecnica.

23. Utilizzare piattaforme di terze parti per contenuti visivi

Sebbene i video siano un buon modo per coinvolgere il tuo pubblico, tendono a richiedere una quantità significativa di risorse del server per essere caricati. In questo caso, il modo migliore per velocizzare il tuo sito Web WordPress è ospitare i tuoi video separatamente su servizi di hosting video come YouTube o Vimeo.

Puoi caricare i video su YouTube o Vimeo e utilizzare il codice di incorporamento per aggiungerli alla tua pagina. In questo modo, i tuoi video non utilizzeranno il tuo server per caricarsi e libereranno risorse per altri elementi.

Riepilogo

Queste sono alcune delle soluzioni che puoi provare a implementare per migliorare la velocità del sito WordPress. Se desideri saperne di più sulle funzionalità di un buon web hosting per WordPress, dai un’occhiata questa recensione di DreamHost di CollectiveRay.

Se c’è qualcosa di importante che mi è sfuggito, non esitare a parlarne nei commenti.

D: Come posso controllare la velocità del mio sito WordPress?

Puoi controllare la velocità del tuo sito Web WordPress utilizzando strumenti come GTmetrix, Google Page Speed ​​Insights e Pingdom Tools. Questi strumenti mostreranno la velocità del tuo sito sia su desktop che su dispositivi mobili. Inoltre, ricorda che i risultati possono variare su ciascuno strumento a causa dei loro algoritmi.

D: Perché il sito WordPress è così lento?

Il tuo sito WordPress potrebbe essere lento a causa di un hosting inadeguato, dell’assenza di CDN o potresti non utilizzare un plug-in di cache. Puoi velocizzare il tuo sito Web WordPress seguendo i suggerimenti condivisi in questo blog.